Skip to content

Quanti voti servono, per essere eletti?

8 maggio 2009

municipioQuanti voti sono necessari per una lista per eleggere un proprio rappresentante in consiglio comunale, e quanti voti di preferenza sono necessari, per un candidato, per piazzarsi in uno dei posti utili? È questo l’interrogativo che ricorre spasmodicamente in questi giorni di febbrile vigilia della campagna elettorale, che si aprirà ufficialmente domenica prossima (sabato scade, infatti, il termine utile per la presentazione delle liste).
Dal punto di vista aritmetico il calcolo più semplice che si può operare riguarda il numero di voti da ottenere per centrare l’obiettivo minimo di almeno un seggio. È opportuno rilevare che, qualora la lista presenti un proprio candidati sindaco, e conquisti soltanto un seggio ad essere eletto in consiglio comunale è il candidato sindaco e non il candidato consigliere che ha ottenuto il maggior numero di voti di preferenza: infatti la norma prevede che “determinato il numero di seggi spettanti a ciascuna lista o gruppo di liste, sono, in primo luogo, proclamati consiglieri i  candidati a sindaco non eletti, collegati a lista che abbia ottenuto almeno un seggio; nel caso di collegamento a più liste, il seggio per il candidato sindaco è detratto dai seggi attribuiti complessivamente al gruppo di liste collegate.”
Un’altra importante premessa è che, per conquistare almeno un consigliere, una lista deve ottenere almeno il tre per cento dei voti. Uno sbarramento piuttosto consistente, in quanto si tratta di eleggere 40 consiglieri. Se non ci fosse questo quorum, infatti, fatto cento il totale dei voti validi, e diviso per il numero dei seggi da attribuire, “basterebbe” infatti il 2,5 dei voti (e forse anche meno, in considerazione del gioco dei resti, per essere eletti).
Ma veniamo ai numeri, ed alle proiezioni che è possibile fare in base ai risultati delle passate elezioni. La previsione va ovviamente effettuato sul numero dei voti validi. Nel 2004, furono poco più di 90mila (per la precisione, 90.096), abbastanza di più che nella competizione precedente, svoltasi nel 1999, quando i voti validi furono 83.918. Il quorum delle ultime elezioni comunali foggiane si è attestato dunque complessivamente a 2.702 voti nelle ultime elezioni, e a 2.517 voti  nelle elezioni del 1999.
Vi è da precisare che la cifra dei voti validi è direttamente proporzionale a quella dell’affluenza alle urne. I partecipanti al voto furono 96.710 nel ’99, e 101.448 nel 2004. Vista l’alta tensione delle elezioni comunali, tutto lascia presagire un’affluenza alle urne consistente, che non dovrebbe scendere molto al di sotto di quelle delle due ultime elezioni. Ne conseguenze che la cifra di voti necessaria per “incassare” almeno un seggio sarà compresa tra i 2.500 ed i tremila voti.
Lo sbarramento imposta dalla legge abbassa invece il quorum necessario per “andare a seggi” alle liste che superano, anche di molto la soglia dello sbarramento, in quanto consente alla lista che ottiene una percentuale di voti superiore al 3 per cento di partecipare al gioco dell’attribuzione dei resti. Nelle ultime elezioni i voti che si persero in quanto toccati a liste che non superarono il quorum furono l’8 per cento, pari a circa 7.200 voti. Questa dispersione, che produce effetti ancora maggiori quando entra in gioco il meccanismo dei resti, abbassò il numero necessario alle liste per la conquista di un seggio: i voti “efficaci” (nel senso che furono assegnati a liste che avevano ottenuto più del 3 per cento dei voti) furono infatti circa 82.800, il che porta il  pacchetto di voti teoricamente necessario per conquistare un seggio a poco più di 2.000 voti. Concludendo e riassumendo: una lista che, qualora il numero dei voti validi sia identico a quello dell’ultima competizione elettorale ottenga tra i 4.500 ed i 5.000 voti otterrebbe due consiglieri: il primo per effetto dei 2.500-3.000 voti necessari al superamento del quorum, il secondo con “soli” 2.000 voti in più, grazie al meccanismo premiale che scatta una volta superato il quorum.
In realtà, le cose non stanno proprio così perché bisogna tenere conto anche del premio di maggioranza che la legge elettorale attribuisce alla coalizione vincente e che corregge il calcolo puramente proporzionale: abbassando il quorum, per la coalizione che vince, ed innalzandolo, per quella sconfitta. Ma tenuto conto del gioco dei resti si possono considerare comunque piuttosto attendibili, come del resto viene confermato anche leggendo i dati reali di cinque anni fa. In quella occasione, bastarono per conquistare un seggio 2.534 voti alla lista di Città in Movimento (sconfitta), 1949 voti a quella del Nuovo Psi e 1871 ai Repubblica Europei (entrambe facenti parte della coalizione vincente). La Lista Pellegrino (perdente) ottenne due seggi con 6171 voti. Il resto lo fecero… i resti, che penalizzarono sensibilmente l’Udc (facente parte della coalizione sconfitta) e la lista del Patto Segni (vincente, in quanto apparentasi al ballottaggio con la coalizione di centrosinistra). Pur avendo rispettivamente conquistato 5134 e 2931 voti, non riuscirono a centrare l’obiettivo di due consiglieri e dovettero accontentarsi di uno solo.

Annunci
3 commenti leave one →
  1. Mrsilent permalink
    10 maggio 2009 05:49

    La lista Patto Segni ne ebbe due,invece.Grassi,come candidato Sindaco,ed il primo degli eletti Sig.Pietrocola.Tant’è che una volta che Grassi divenne Assessore,se non sbaglio al Contenzioso,si sbloccò un posto per il Sig. Di Pumpo,primo dei non eletti.
    Quindi Insieme per Foggia-Patto Segni Scognamiglio ebbe un Assessorato e due consiglieri. La strada poi,per questa lista,fù tutt’altro che agevole.Ma questa è un’altra storia.Come diceva un noto giallista.

  2. anna permalink
    8 giugno 2009 12:22

    una domanda… chi è stato eletto come nuovo sindaco?

    • quotidianofoggia permalink*
      8 giugno 2009 12:41

      Naturalmente non è ancora possibile saperlo, perché lo scrutinio delle schede comincia alle 14. Noi lo seguiremo minuto per minuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: