Skip to content

Movimento Consumatori contro il comune di Chieuti

27 agosto 2009

Estate rovente per alcuni cittadini della Capitanata a causa delle multe recapitate del Comune di Chieuti. Pare che la mole di contravvenzioni elevate sia così consistente che dai primi giorni di agosto, alcuni uffici postali della Capitanata siano andati in tilt, e siano stati costretti a richiamare al lavoro persino i portalettere in ferie.
Ma si tratta di multe particolarmente opinabili, stando a quanto afferma il Movimento Consumatori. “Il Comune di Chieuti – spiega Bruno Maizzi, presidente del Movimento – tanto per essere al passo con gli altri Comuni, come Cerignola, Trinitapoli, Margherita di Savoia, ha pensato bene di sottoscrivere una convenzione con l’A.C.I. di Foggia per l’installazione di due apparati Autovelox sulla SS16 Km.609,00 (bivio di Marina di Chieuti a poche centinaia di metri dall’incrocio semaforico). Così chiunque attraversa il territorio di competenza comunale ad una velocità superiore agli 80 Km/h porta via con sé un ricordo fotografico, lasciando ovviamente un obolo”.
Secondo Bruno Maizzi solo nella città di San Severo sono stati recapitati dal 4 agosto ad oggi, oltre cinquecento verbali di accertamento per la violazione dell’ Art.142 del Codice della Strada.
“È evidente che nessuno o quasi, passa indenne il territorio chieutino. Il nostro rammarico – aggiunge Maizzi – è che la maggior parte di cittadini/automobilisti multati, sono operai che giornalmente si recano al lavoro in Molise e si presume che da aprile ad oggi, abbiano accumulato diversi verbali procapite. Ribadendo il discorso già posto in evidenza per altre similari apparecchiature installate in altri comuni italiani per le quali ci siamo schierati al fianco dei malcapitati, ottenendo brillanti risultati, a nostro avviso, sia gli autovelox che i photored dovrebbero essere intesi come “strumenti di deterrenza”; invece i Comuni, ormai da diversi anni, hanno scoperto che questi servono a “far cassa”, a spese degli utenti (in particolar modo dei non residenti).”
Una prassi assolutamente sbagliata, secondo Maizzi, che conclude: “Da un nostro primo esame della situazione, riservandoci di richiedere idonea documentazione al Comune di Chieuti, tra cui copia del decreto Prefettizio che autorizzava l’accensione delle due postazioni fisse, rileviamo che tali apparecchiature, così come poste, creano notevoli pericoli alla circolazione stradale”.
La Sezione dell’Associazione Movimento Consumatori di San Severo-Foggia, annuncia quindi l’intenzione di intraprendere le opportune azioni per l’annullamento di detti verbali. Per informazione telefonare al numero  338.7979600 oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica sansevero@movimentoconsumatori.it oppure foggia@movimentoconsumatori.it.

Annunci
4 commenti leave one →
  1. quotidianofoggia permalink*
    29 agosto 2009 15:11

    Riceviamo su Facebook, e pubblichiamo, il seguente commento da parte di Gustavo Gesualdo:
    A Marina di Lesina, a ferragosto, ho visto far parcheggiare le auto ovunque, poi arrivare gli operaiel comune a mettere i divieti di sosta e poi i vigili municipali, muniti di enormi quantità di libretti per le contravvenzioni. Per la precisione, era un Ferragosto di qualche anno fa.

  2. Fabio d'Amico permalink
    19 febbraio 2010 19:39

    il Giudice di pace di Torremaggiore ha respinto tutti i ricorsi contro i verbali autovelox di Marina di Chieuti dicendo che una recente convenzione (aprile 2009) annullerebbe quella precedente illegittima. E’ vero?

    • quotidianofoggia permalink*
      19 febbraio 2010 20:17

      Gireremo questo interrogativo alle associazioni dei consumatori interessate e la faremo sapere

  3. giancarlo permalink
    8 maggio 2010 21:09

    TANTO DI CAPPELLO AI “LAVORATORI” O “OPERAI” CHE TUTTI I GIORNI VANNO A LAVORARE IN MOLISE O PIU’ SU, SONO SOLIDALE CON ESSI, IN QUANTO PERCORRO ANCH’IO QUELLA STRADA, E POSSO ASSICURARVI CHE IL PIU’ LENTO CAMMINA A 140 KMh CON FURGONCINI O CAMIONCINI, QUINDI E’ INEVITABILE CHE QUALSIASI LIMITE VIENE SUPERATO. LASCIO A CHI DI DOVERE STABILIRE LEGGI O APPLICAZIONI, MA QUANTI INCIDENTI DEVONO ACCADERE PER FAR MODERARE UN POCO LA VELOCITA’?
    DI LINO O DI LANA UN OBOLO SI PAGA: MA QUALE COSTA MENO? UNA O PIU’ MULTE O UNA SOLA VITA UMANA?GRAZIE DELL’ATTENZIONE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: