Skip to content

Il Subappennino e le sue strade di morte

14 dicembre 2009

Problema viario nel Subappennino dauno: riesplodono le polemiche sulle condizioni delle strade nel vasto comprensorio dopo il grave incidente accaduto mercoledì scorso sulla provinciale 5 Lucera-Pietramontecorvino, dove si sono scontrati frontalmente un pullman di linea delle Ferrovie del Gargano e un autoarticolato con un bilancio davvero pesante: tre feriti attualmente ricoverati in gravi condizioni in ospedale e otto feriti per fortuna meno gravi. In un comunicato stampa il sindaco di Pietramontecorvino, Rino Lamarucciola, ha denunciato “lo stato di degrado dell’arteria, che collega Lucera ai quattro comuni di Pietra, Castelnuovo, Casalvecchio e Casalnuovo fino al ponte sul Fortore al confine con il Molise”, evidenziando “la poca attenzione e la mancanza di interventi da parte dell’Amministrazione provinciale. La situazione è diventata insostenibile – è la denuncia del sindaco Lamarucciola -. Già negli anni scorsi, durante la presidenza Stallone, abbiamo chiesto interventi urgenti per una strada le cui condizioni mettono in serio pericolo la vita di chi vi transita. Allora nessuno ci ha prestato attenzione e l’atteggiamento non è cambiato con il nuovo Governo della Provincia. Mi auguro che il brutto incidente di ieri possa accelerare i necessari interventi di messa in sicurezza”. In verità il problema è di vecchia data e non è la prima volta che ce ne occupiamo, sempre con l’evidente intento di sensibilizzare organismi regionali e provinciali competenti, come del resto auspicano le popolazioni del posto. E’ giunto anche il momento che Regione, Amministrazione Provinciale e gli stessi Comuni del comprensorio, per quanto di loro competenza, si diano una buona volta una vera e propria regolata e s’impegnino maggiormente e soprattutto concretamente a predisporre un’adeguata e articolata programmazione di interventi, pur muovendosi tra mille difficoltà burocratiche e ristrettezze economiche. Finora nel Subappennino, a livello di sistemazione e manutenzione viaria, si è andati avanti sempre con interventi-tampone, senza porre in essere un organico piano strutturale. E’ una lunga teoria di proteste e lamentale da parte di cittadini e automobilisti, i quali denunciano che “gli interventi sulle strade si fanno solo per tappare qualche buca o si aspetta per intervenire solo quando le strade sono invase da fango o causano incidenti mortali”. Nei mesi scorsi era stata la volta dei sindaci di Casalnuovo Monterotaro Pasquale De Vita, di Casalvecchio di Puglia Michele Boccamazzo e di Castelnuovo della Daunia Ernesto Cicchetti, a protestare congiuntamente con una lettera al Presidente e all’Assessore ai lavori pubblici della Provincia, nella quale si denuncia che “le principali vie di collegamento tra i suddetti Comuni, ma soprattutto le strade che ci collegano ai grossi centri urbani, quali San Severo e Lucera, versano in condizioni inaccettabili, tanto da potere essere riclassificate non più come strade provinciali, bensì come tratturi. Prima e immediata conseguenza di questo stato di cose è la situazione di gravissimo pericolo per l’incolumità pubblica. Pericolo che è tale non solo per coloro che risiedono in questi comuni, ma è ancora più intenso per coloro che qui non risiedono e che, ignorando le numerose insidie presenti sul percorso stradale, possono con elevata probabilità incorrere in situazioni pregiudizievoli per la loro incolumità – si sottolinea ancora nella lettera – un ulteriore aggravio della situazione di pericolo si ha durante le ore notturne, nei periodi invernali, in caso di pioggia e di nebbia, per la mancanza di segnaletica orizzontale e verticale, mentre le cunette sono ripiene di erbacce e sedimenti fangosi. Si parla di riqualificazione dei nostri comuni, di sviluppo legato al turismo, di turismo legato alla qualificazione del territorio; si parla di termalismo, ma sviluppo reale legato al turismo non potrà mai esserci fino a quando le nostre comunità saranno costrette a convivere con questo handicap, menomate dalla carenza di infrastrutture – concludono i tre sindaci nella lettera – le nostre popolazioni meritano la medesima attenzione dedicata ad altri territori della provincia, per non vanificare tutti gli sforzi che queste comunità stanno attuando nell’ambito della programmazione territoriale”
Annunci
2 commenti leave one →
  1. Marianna Onorato permalink
    14 dicembre 2009 21:51

    Mi chiedo: cosa risponde l’Assessorato ai Lavori Pubblici della Provincia di Foggia alle dichiarazioni dei suddetti Sindaci, alla luce dell’ennesimo incidente?
    Poi mi domando: Quanti feriti ancora occorrono per smettere di parlare, fare annunci strumentali, lavori superficiali, lenti e parziali e iniziare a lavorare seriamente per queste popolazioni, per la loro vita ed incolumità? E ancora: ma la Puglia è in Italia come L’Emilia Romagna, come le Marche, come il Piemonte o no? Infine: è vero che la Puglia è Regione Obiettivo 1? Perdonate le tante domande, ma sono un’ignorante (cioè ignoro). Più precisamente, un’ignorante indignata.

  2. Alberto Iadarola permalink
    20 dicembre 2009 13:44

    La puglia è stata nell’obiettivo 1 per la programmazione dei fondi strutturali 2000/2006 e lo sarà per quelli 2007/2013. Quello che mi chiedo non è “DOVE” questi fondi sono stati impegnati perchè ricercando è possibile risalire a precise imputazioni.. ma la domanda è “COME” e soprattutto con quali ritorni economico/sociali per il territorio “puglia”!?! Il problema non è “dare fondi” ma è porre in essere “controlli” per accertare che quei fondi siano impegnati nel modo giusto. A queste domande quasi sicuramente non riceveremo risposta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: