Skip to content

A Palazzo Dogana maggioranza ancora in difficoltà

18 dicembre 2009

Mongiello: “Ma andremo avanti, fino alla fine del mandato”. Il capogruppo del Pdl polemizza con Campo (Pd) che aveva chiesto le dimissioni del presidente e della giunta.

Torna l’aria di baruffa a Palazzo Dogana. Anche l’altro giorno, infatti, la seduta dell’assise provinciale è stata interrotta (al termine di una riunione dei capigruppo) per il venire meno del numero legale. Il segnale inquietante per la maggioranza  guidata da Antonio Pepe è che però, qualora i consiglieri di centrosinistra non avessero partecipato almeno alla prima parte della seduta, il centrodestra non avrebbe mai avuto i numeri per assicurare la validità della seduta: quanto il presidente del consiglio, Enrico Santaniello, ha fatto l’appello, minoranza compresa, in aula c’erano soltanto 18 consiglieri, e non è comunque uno spettacolo edificante constatare come gli “eletti” non facciano ciò per cui gli elettori li hanno mandati a Palazzo Dogana.
Durissime le reazioni del centrosinistra, che è arrivato a chiedere le dimissioni del presidente Pepe, ed il voto anticipato a primavera. Paolo Campo, segretario provinciale del Partito Democratico, i ha lanciato a Pepe un appello “politico e istituzionale”: “Si dimetta e ci faccia votare in primavera, evitando alla Capitanata di soffrire ulteriormente per l’assenza di un vero governo provinciale”.
La risposta a Campo è giunta ieri, non direttamente dal presidente, ma dal capogruppo del Pdl, Paolo Mongiello: “Non ci saranno elezioni anticipate nè dimissioni da parte del presidente Pepe. Il Partito Democratico si metta l’anima in pace: questa consiliatura arriverà alla sua scadenza naturale perchè è così che hanno voluto i cittadini della Capitanata”.
“Questa maggioranza e questa Amministrazione provinciale – ha aggiunto Mongiello – hanno dimostrato con i fatti la loro compattezza e la loro condivisione del programma elettorale sul quale hanno ricevuto il consenso degli elettori di questa provincia. Su tutti gli atti politicamente più importanti e maggiormente qualificanti sul piano amministrativo il centrodestra si è mosso speditamente e senza sbavature.”
La seduta dell’altro giorno aveva però una importanza strategica, proprio al fine di valutare la tenuta della maggioranza. Era, infatti, la prima a svolgersi dopo la figuraccia che il centrodestra aveva rimediato, approvando la variazione di bilancio soltanto grazie alla presenza in aula di un consigliere provinciale socialista,  e si svolgeva soltanto qualche ora dopo il “pronunciamento” dei vertici del Pdl provinciali che avevano, di fatto, messo in stand by la “questione Udc” e di conseguenza la verifica politico-programmatica che si trascina stancamente da mesi, rinviando il tutto a quando si sarà definitivamente composto il quadro delle alleanze per le elezioni regionali.
Nel comunicato diffuso al termine dei lavori si era sottolineato che la decisione era stata assunta all’unanimità: la seduta del consiglio provinciale diventava così la prima occasione utile per capire il gradimento della decisione delle segreteria provinciale. Stando ai numeri ed a quanto si è visto (o più precisamente non si è visto), il gradimento è stato piuttosto scarso.
Vi è anche da dire che durante il dibattito consiliare, la maggioranza è apparsa a tratti disunita. La “consueta bagarre” interna alla maggioranza, così come la definisce Paolo Campo, è scoppiata su un ordine del giorno, presentato dal PD, finalizzato a sollecitare interventi in favore delle aree garganiche colpite dall’alluvione a settembre.
“Vedere il consigliere Marinacci arringare contro la Giunta dai banchi della minoranza ha mostrato plasticamente in quale stato di crisi versi la maggioranza – ha commentato il capogruppo del Pd, Antonio Prencipe – che si è liquefatta dopo una sospensione dei lavori generosamente concessa dal presidente dell’Assise”. La seduta, infatti, si è conclusa con la presenza in Aula dei soli Enrico Santaniello e dello stesso capogruppo del Pd.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: