Skip to content

Il regalo di Natale del governo: l’authority se ne va a Verona

23 dicembre 2009

Il ministro Zaia si porta l’authority in Veneto. Presa di posizione unitaria del consiglio regionale pugliese: giù le mani dall’agenzia

Che bel regalo di Natale, per Foggia, da parte del governo Berlusconi. L’agenzia nazionale per la sicurezza alimentare che nella scorsa legislatura il Parlamento aveva localizzato nel capoluogo potrebbe prendere altre destinazioni: il Veneto, così come ha promesso in apertura della sua campagna elettorale l’attuale ministro dell’agricoltura, Luca Zaia.
L’esponente leghista è candidato per il centro destra alla guida del governo regionale veneto. Tra i diversi obiettivi della sua campagna elettorale figura anche il trasferimento dell’importante presidio da Foggia in una città veneta, quasi certamente Verona, che all’epoca della scelta del Governo presentò un voluminoso dossier a sostegno della sua candidatura.
Non è una novità. In quanto vicepresidente del governo regionale veneto, Zaia era stato tra i più polemici quando maturò, da parte del governo Prodi, la scelta di collocare l’agenzia in una città del mezzogiorno, scelta che poi cadde sul Foggia anche per merito dell’intenso lavoro unitario una volta tanto svolto da tutti partiti interessati. Zaia protestò duramente e non è un caso che, diventato ministro dell’agricoltura, il progetto si sia del tutto arenato e che l’agenzia non sia mai decollata. Prima la revoca dei finanziamenti già concessi dalla Legge Finanziaria del 2008, quindi un atteggiamento sempre molto chiuso da parte del governo che evidentemente nascondeva una precisa volontà politica a non dar corso alle decisioni della precedente Parlamento.
Questa volta, però, Foggia non sarà sola nella battaglia. Il primo a scendere in campo è stato l’assessore regionale alle politiche agricole, Dario Stefano, che in una dichiarazione ha espresso preoccupazione per le dichiarazioni del ministro: “Ho paura – ha detto l’assessore regionale – che le”carte scoperte” a cui Zaia fa spesso riferimento, da mostrare in vista della campagna elettorale per le regionali nella quale Zaia competerà da Ministro per la presidenza della sua Regione Veneto, possano rivelarsi devastanti anche per gli equilibri territoriali”.
“Chiedo – conclude Stefàno – in una assoluta logica bipartisan, a tutte le forze politiche e a tutta la delegazione parlamentare pugliese di unirsi subito a questo mio appello affinchè il ministro Zaia non pieghi alle sue ambizioni elettorali anche questa legittima prospettiva delle Capitanata e della Puglia intera che già trova riscontro in atti di governo “.
L’appello dell’assessore non è caduto nel vuoto: il Consiglio regionale ha votato all’unanimità un ordine del giorno, presentato da Nino Marmo (An-Pdl) e dall’assessore alle politiche agricole, con cui si impegna la Giunta regionale ad intervenire sul governo nazionale affinchè resti a Foggia la sede individuata per l’Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare.
Dura anche la dichiarazione del Consigliere regionale, Giannicola De Leonardis (Udc): “È l’ennesimo tentativo di scippo da parte della Lega”.  “L’Agenzia Nazionale spetta a Foggia e non può essere utilizzata, oggi, come strumento di campagna elettorale dal candidato alla presidenza della Regione Veneto – ha detto ancora il consigliere regionale – siamo di fronte a continui attacchi leghisti nei confronti del Mezzogiorno. II Ministro, oltre a non aver voluto concedere le moratorie richieste dai nostri agricoltori, a non aver voluto sostenere il prezzo del grano, oggi vuole perpetrare l’ennesima ingiustizia verso la Capitanata. Con legge dello Stato, nel 2007, è stata istituita l’Agenzia Nazionale sulla Sicurezza Alimentare ma non è mai entrata in funzione perchè il Governo non ha ancora emanato i provvedimenti attuativi. E’ una grave mancanza per il nostro Paese, unico in Europa privo di questo presidio”.
“L’Authority dovrebbe essere l’unico interlocutore dell’Efsa, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare con sede a Parma e dovrebbe coordinare tutte le istituzioni, sia del Ministero della Salute che del Ministero dell’Agricoltura, per svolgere compiti di prevenzione e contrasto dei rischi relativi alla sicurezza alimentare umana e animale. Bene ha fatto l’assessore  Stefano – ha detto ancora De Leonardis – a richiamare il Ministro Zaia alle responsabilità di Governo e ad evitare una propaganda elettorale di bassa lega”.
“Sono trascorsi due anni e a causa della continua opposizione della Lega Nord, I’Authority a Foggia non è ancora operativa. Oggi – conclude De Leonardis – mentre la Regione Puglia concretizza l’attenzione verso il mondo agricolo con 40 milioni di euro di risorse aggiuntive rispetto al 2009, facendo una chiara scelta di priorità nei confronti dell’agricoltura pugliese, il Governo nazionale, sempre più succube della deriva leghista, va in senso opposto”.

Annunci
8 commenti leave one →
  1. Diego permalink
    30 dicembre 2009 17:42

    Prima di tutto semmai fu l’allora ministro pugliese Paolo De Castro che per avantaggiare la sua regione e il suo elettorato scippò, durante il governo Prodi, la sede a Verona, sede che fu assegnata dal precedente ministro Gianni Alemanno, naturalizzato romano ma pugliese di nascita. Zaia non fa altro che confermare la decisione del precedente governo Berlusconi stravolta dal caduto governo di centro-sinistra. In secondo luogo non è realistico ne giusto assegnare a Foggia la sopracitata authority, che indubbiamente merita Verona è il Veneto intero. I dati riferiti al Veneto parlano chiaro. Il Veneto è ai vertici della produzione agricola italiana, con una Produzione Lorda Vendibile di circa 5 miliardi 50 milioni di euro l’anno, il 10 per cento del totale nazionale, primi nel settore della zootecnia da carne con il primato assoluto negli avicoli, nel vitellone da carne e nella conigliatura; produce oltre 7 milioni di ettolitri di vino dei quali circa un terzo a Denominazione di Origine Controllata ed è tra i primi esportatori con il 28 per cento dell’export nazionale; i veneti sono i primi produttori ortofrutticoli con 920 milioni di euro di fatturato all’anno per non parlare delle 6570 aziende di trasformazione con i loro 2 milioni di euro di valore aggiunto. Verona è una candidatura legittima, realistica e sensata non fosse altro perché ospita le principali manifestazioni di promozione dell’attività agricola e agroindustriale tra cui per esempio Fieracavalli, Vinitaly, ecc.. Come sempre le lobby del Sud che non perdono occasione per far pressione sul governo (vedi Sicilia e non solo) e cercare di prendere tutto il possibile salvo poi non saper dimostrare di utilizzare le risorse per creare ricchezza.

    • Giuseppe Potenza permalink
      1 gennaio 2010 16:42

      La Sua risposta si attaglia molto al degrado politico e culturale in cui è caduta la nostra Italia, perchè ricalca fedelmente quell’odiosa divisione che contraddistingue la nostra classe dirigente politica e le lobby che la sostengono. Tale divisione è la causa che ha fatto rimanere statico ed immobile il nostro Paese, incapace di prendere decisioni utili per il suo progresso, come nel caso specifico dell’Authority per la sicurezza alimentare, ferma al palo, nonostante una legge dell’ormai lontano 2007 ne abbia previsto la sua istituzione. Lei, inoltre, con la Sua risposta, dimostra di non conoscere minimamente quali siano le vocazioni e le risorse del territorio della Capitanata e quali siano le motivazioni che rendono estremamente utile l’istituzione dell’Authority proprio in questa terra.
      Il Suo orizzonte è circoscritto al Veneto, per cui mi pare inutile replicare per tentare di farLe conoscere quali siano tali motivazioni. Sono certo, infatti, che la Sua miopia non le consentirebbe di vedere al di là del suo
      “orticello”.
      Il Presidente Provinciale
      dell’Adiconsum di Foggia
      Avv. Giuseppe Potenza

      • emanuele pugliese permalink
        8 aprile 2010 11:49

        onest

      • L'Authority per la sicurezza alimentare al Veneto permalink
        19 aprile 2010 18:57

        Mi dispiace ma purtroppo i fatti sono sotto gli occhi di tutti, quì la miopia non centra… condivido pienamente con Diego, meglio che l’Authority per la sicurezza alimentare vada in mani sicure…

  2. Libero Pensiero permalink
    30 dicembre 2009 18:39

    Non possiamo che essere d’accordo con il Ministro della Repubblica Italiana e con Diego, se non fosse che non tutto e misurabile a kg e valutabile in euro, ma visto che la cultura di costoro è quella, continuino pure nella loro azione di governo, tanto prima o poi i nostri ministri, ed i nostri presunti politici si sveglieranno dal loro ormai atavico torpore e forse anzichè pensare a poltrone e percentuali (quelli onesti) o a veline e denari (gli altri) inizieranno a far qualcosa non dico di buono, ma quanto meno di opporetuno per la nostra terra.
    In ogni caso un’Agenzia di quel tipo, non accompagnata da un progetto di respiro (cosa di cui mai nessuno a parlato) non servirebbe ad altro se non a creare qualche altro posto di lavoro per qualche altro ricercatore, figlio di qualche altro professore o amico di amici.
    Invito pertanto codesta redazione ad avvire un sondaggio per chiedere ai nostri politici ed amministratori, cosa è l’Authority e perchè quali benefici questa porterebbe al nostro territorio e perchè?
    Sono sicuro che diranno solo cose generiche e qualunquiste come d’altra parte fanno in merito a tutte le questioni diverse dalle tessere e dalle poltone.
    A presto miei poveri e sempre più poveri concittadini.

    • Giuseppe Potenza permalink
      1 gennaio 2010 17:15

      Se la risposta del sig. Diego mi è apparsa del tutto conforme al dibattito politico-culturale ed economico in atto nel nostro Paese, fatto di visioni miopi e legate ad interessi micro-settoriali e territoriali, la Sua risposta sembra, invece, a mio modestissimo avviso, quella di una persona delusa e scoraggiata dalle precedenti esperienze della classe politica locale.
      L’Authority per la Sicurezza Alimentare, però, merita un discorso a parte.
      Mai, come nel momento in cui vi fu la candidatura di Foggia quale sede per l’Authority, i nostri rappresentanti politici locali si dimostrarono uniti e compatti, evidenziando di saper andare oltre gli schieramenti dei singoli partiti. Questo perchè la maggioranza dei cittadini della Capitanata sa bene che la nostra terra poteva e può ben competere con le altre Provincie d’Italia nella scelta della sede.
      Penso che Lei non sappia, così come non lo sa il sig. Diego, che la nostra Provincia non ha nulla da invidiare a quella di Verona sia sotto l’aspetto della produzione alimentare, che sotto l’aspetto fieristico.
      In più, vorrei sottolineare, rispetto a quanto affermato dal Sig. Diego, che nella nostra Provincia esistono degli organismi di controllo della sicurezza alimentare che rappresentano un vanto per l’intera Nazione. A ciò si aggiunga che, proprio in relazione alla scelta di Foggia quale sede dell’Authority, è stato istituito un apposito reparto dei NAS nel Capoluogo, prima inesistente.
      Il progetto di grande respiro esiste ed è molto valido, così come chiunque vi abbia interesse sincero potrà facilmente verificare.
      Il problema è che tra il miope interesse campanilistico del sig. Diego ed il Suo pessimismo, chi ci rimette sono i consumatori italiani, ai quali i Ministri delle Politiche Agricole e della Salute, stanno negando l’operatività di un organismo molto importante per la tutela della sicurezza alimentare.
      Siamo l’unico Paese in Europa che non ha ancora reso operativa l’Authority .
      Il Presidente provinciale ADICONSUM FG
      Avv. Giuseppe Potenza

      • Marco permalink
        6 gennaio 2010 17:55

        quali e quante sono le possibilità che la sede dell’authority sia a Foggia?

      • L'Authority per la sicurezza alimentare al Veneto permalink
        19 aprile 2010 18:44

        Facciamo la sede dell’authority x la sicurezza alimentare a Foggia così si mangeranno anche questa… e poi ci avveleneranno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: