Skip to content

Il Gargano tra le 31 meraviglie del mondo (e la soddisfazione, un po’ ipocrita, della Regione)

13 gennaio 2010

Chissà, sotto sotto, come l’hanno presa veramente alla Regione la notizia che il Gargano è stato inserito tra le “31 meraviglie del mondo” dal New York Times. Visto che da anni (il problema, va detto per “par condicio”, non riguarda soltanto la giunta Vendola ma anche quelle precedenti di centrodestra) la Regione ha cercato di privilegiare, in materia turistica, la Puglia centrale e soprattutto il Salento.
Formalmente l’hanno presa bene, anzi, l’assessore al ramo Magda Terrevoli (la cui buona fede non può essere tuttavia messa in discussione in quanto solo da pochi mesi siede nel governo regionale pugliese) ha trovato anche il modo per appuntarsi il fiore all’occhiello esprimendo soddisfazione per l’interesse che il Gargano suscita sul mercato americano.
“Non può che farci piacere la promozione che il New York Times fa di un nostro splendido territorio, ma – probabilmente – il Gargano merita tutta questa attenzione perchè ha un’offerta varia e di qualità”, ha detto ancora Magda Terrevoli. “Tutto questo è anche frutto delle politiche turistiche avviate dal governo Vendola orientate a valorizzare la nostra regione attraverso molteplici canali come le attività dell’Apulia Film Commission che ha sostenuto, tra gli altri, un film prodotto da Bollywood, industria cinematografica indiana, girato sul Gargano”, ha aggiunto l’assessora Terrevoli.
Un riferimento, quello all’attività dell’Apulia Film Commission che l’assessora poteva tranquillamente risparmiarsi, visto che in questi anni la fondazione regionale ha assolutamente trascurato il Gargano (e lo dimostra proprio il finanziamento al b-movie indiano), privilegiando invece sistematicamente il Barese ed il Salento. Noi pensiamo piuttosto a quanto gli amministratori regionali hanno fatto, o più precisamente non hanno fatto, per riconoscere al Gargano il valore tributatogli dal giornale americano. Pensiamo al mancato finanziamento del completamento della superstrada del Gargano, alla mancata soluzione della nuova pista del Lisa di Foggia, entrambe opere nevralgiche per dare al Gargano quella “marcia in più” che consentirebbe al promontorio di cimentarsi sul mercato turistico internazionale.
Per il momento, comunque, godiamoci questa bella soddisfazione, e giriamo ai nostri lettori l’elenco delle località insignite dal New York Times dell’attributo di meraviglia del mondo: oltre alla montagna del sole, figurano nell’elenco dei più bei posti del pianeta, Sri Lanka, Patagonia, Seoul, Mysore, Copenhagen, Koh Kood, Damasco, Cesme, Antartica, Leipzig, Los Angeles, Shangai, Mumbai, Minorca, Costa Rica, Marrakesh, Las Vegas, Bahia, Istanbul, Shenzhen, Macedonia, Sud Africa, Breckenridge, Montenegro, Vancouver, Colombia, Kitzbuhel, Norvegia, Kuala Lumpur e Nepal.
È appena il caso di rilevare che il Gargano è la sola mèta italiana e tra le poche europee inserita in questa specialissima classifica.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: