Skip to content

Provincia di Foggia / Lo “sgambetto” di Agostinacchio e Marinacci a Pepe

18 gennaio 2010

“Chiediamo a Pepe di uscire dall’equivoco e di ritirare le deleghe agli assessori dell’Udc”. Non usa mezzi termine Paolo Agostinacchio, capogruppo de La Destra all’amministrazione provinciale di Foggia, che in una conferenza stampa congiunta con il consigliere provinciale indipendente, Nicandro Marinacci, ha chiesto al presidente di Palazzo Dogana ed al centro-destra di fare chiarezza sulla situazione politica riguardante l’Unione di Centro, che alla Provincia di Foggia siede nei banchi della maggioranza, mentre a Palazzo di Città è parte integrante del sindaco Mongelli e del centro-sinistra. “L’Udc naviga in un pressappochismo politico – ha sottolineato l’ex-sindaco del capoluogo dauno – ed ormai ha fatto accordi con il centrosinistra a livello regionale. Non capiamo perché non si ritirino le deleghe ai due assessori (Vito Guerrera ai Lavori Pubblici e Nicola Vascello a Turismo e Trasporti, ndr). Pasquale Pellegrino è un assessore della giunta di centrosinistra al Comune di Foggia, e a 50 metri di distanza sostiene la maggioranza di centrodestra. E’ una situazione assurda”.
Agostinacchio, dunque, chiede a gran voce un intervento di Antonio Pepe, anche alla luce del fatto che qualche assessore dell’Udc a Palazzo Dogana potrebbe essere candidato alle prossime elezioni regionali con un candidato presidente di centrosinistra. Nicandro Marinacci, che ha preannunciato il suo addio allo scudocrociato, ha parlato di un problema politico ed etico, con il fallimento del bipartitismo voluto da Pd e Pdl nel 2008 “visto che oggi con il cappello in mano chiedono a chiunque di schierarsi al loro fianco”. L’ex consigliere dell’Udc, però, pone l’accento anche sui programmi dell’amministrazione Pepe: “A livello di programma non è cambiato niente con la precedente amministrazione di centrosinistra – ha sostenuto Marinacci – e si sta governando con programmi di passate amministrazioni. E’ evidente anche un certo distacco tra il presidente, gli assessori, i consiglieri ed i dirigenti. Ed anche i dirigenti sono rimasti gli stessi di quando a Palazzo Dogana c’era il centrosinistra”. I due consiglieri provinciali affermano di essere portavoce di un malessere più generale che riguarda tutto il centrodestra di Palazzo Dogana.

Simone Perdonò

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: