Skip to content

Il Pd si avvita: bloccate le nomine della direzione e del presidente: la minoranza abbandona i lavori.

30 gennaio 2010

Era facile prevederlo, ed è successo. Con una precisione da cronometro svizzero. L’esito delle primarie di domenica scorsa, e la sconfitta del gruppo dirigenti del Pd di Capitanata hanno aperto un fronte di contestazione che si è abbattuto sul segretario provinciale, Paolo Campo. Aritmeticamente la sua leadership resta solida, ma la minoranza guidata da Aldo Ragni incalza e la spaccatura, per la prima volta si fa evidente.
I delegati eletti nella lista di Ragni (che sosteneva Minervini) hanno abbandonato i lavori dell’assemblea, a causa della decisione del segretario provinciale di indicare come presidente dell’assemblea e componenti della segreteria provinciale esponenti della minoranza del partito (ovvero della corrente di Ragni) senza alcuna interlocuzione con la stessa minoranza. In pratica, Campo è accusato di aver nominato unilateralmente, da solo, sia i rappresentanti della maggioranza interna, sia quelli della minoranza.
Un gesto che Ragni ritiene “di maleducazione politica” e per il quale sollecitato l’intervento diretto del segretario regionale, Sergio Blasi sottolineando, in una nota, “che questo triste spettacolo sta andando in scena solo nella Federazione foggiana”.
“Campo – ha detto ancora Ragni – invece di preoccuparsi di lavorare per ricomporre le divisioni interne e presentare quindi il partito unito per la competizione elettorale delle regionali tende a sfaldare un’area politica che non si è riconosciuta nella sua candidatura al congresso provinciale e che rappresenta il 30% del partito nell’intero territorio provinciale”.
È  davvero singolare quanto è accaduto in seno all’assemblea provinciale democratica: Campo aveva anche riconosciuto alla minoranza la carica di presidente dell’assemblea, ma scegliendo lui la persona. Un atteggiamento che, di fatto, ha svoltato di senso il ruolo di Aldo Ragni  che a questo punto non ha potuto fare altro che invitare i rappresentanti di Area democratica a non accettare gli incarichi e ad abbandonare i lavori, bloccando la nomina della Direzione provinciale e l’elezione del presidente dell’Assemblea.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: