Skip to content

Elezioni regionali, come si vota, come si vince

8 febbraio 2010

I pugliesi si recheranno alle urne il 28 il 29 marzo per eleggere il presidente della giunta regionale e 70 consiglieri. Il presidente della regione è eletto direttamente con il sistema maggioritario: vince chi ha più voti e non ci sono ballottaggi.
Il Consiglio regionale è eletto con un sistema proporzionale, cui si aggiunge una quota di seggi come “premio di maggioranza”.
Non ci sono più i “listini regionali” collegati ai candidati alla presidenza. I candidati alla presidenza sono “collegati” alle liste dei partiti.
I seggi in Consiglio sono 70: uno va al presidente, uno al candidato sconfitto con più voti, 13 sono attribuiti come premio di maggioranza (da dividersi in proporzione ai voti ricevuti tra le liste collegate al vincitore), 55 sono direttamente in palio.
Dalle prossime elezioni esordisce lo sbarramento per singola lista: ogni lista dovrà ottenere almeno il quattro per cento dei voti al livello regionale, indipendentemente dal risultato della coalizione, per poter concorrere all’assegnazione dei seggi.
In precedenza, le liste dovevano ottenere almeno il cinque per cento dei voti al livello ragionale o far parte di una coalizione che avesse ottenuto almeno il cinque per cento dei voti al livello regionale.

Elezioni regionali, come si vota, come si vinceI pugliesi si recheranno alle urne il 28 il 29 marzo per eleggere il presidente della giunta regionale e 70 consiglieri. Il presidente della regione è eletto direttamente con il sistema maggioritario: vince chi ha più voti e non ci sono ballottaggi. Il Consiglio regionale è eletto con un sistema proporzionale, cui si aggiunge una quota di seggi come “premio di maggioranza”.Non ci sono più i “listini regionali” collegati ai candidati alla presidenza. I candidati alla presidenza sono “collegati” alle liste dei partiti.I seggi in Consiglio sono 70: uno va al presidente, uno al candidato sconfitto con più voti, 13 sono attribuiti come premio di maggioranza (da dividersi in proporzione ai voti ricevuti tra le liste collegate al vincitore), 55 sono direttamente in palio.Dalle prossime elezioni esordisce lo sbarramento per singola lista: ogni lista dovrà ottenere almeno il quattro per cento dei voti al livello regionale, indipendentemente dal risultato della coalizione, per poter concorrere all’assegnazione dei seggi.In precedenza, le liste dovevano ottenere almeno il cinque per cento dei voti al livello ragionale o far parte di una coalizione che avesse ottenuto almeno il cinque per cento dei voti al livello regionale.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: