Skip to content

Gargano Libero, parola di Vigilante

11 febbraio 2010

L’esponente del Pdl garganico fonda un gruppo su Facebook. E raccoglie centinaia di consensi.

S’incazza di brutto, Raffaele Vigilante, se qualcuno paventa un suo allontanamento dal Pdl. Ma intanto la capacità attrattiva del gruppo che ha fondato su Facebook (!!!!!!!!!!!GARGANO LIBERO !!!!!!!!!, scritto proprio così, con l’anzidetta sfilza di punti esclamativi) cresce: 611 membri tra cui moltissimi di tutt’altra estrazione politica, come l’assessore provinciale uscente al turismo Nicola Vascello, Giampiero Protano, dirigente socialista e la scrittrice Teresa Rauzino, e poi “ortodossi” come Franco Landella e il consigliere provinciale Emilio Gaeta.
Il gruppo è un mix di localismo garganico e di iniziativa politica “dal basso”, con possibili ripercussioni sull’imminente campagna elettorale. Sentite un po’ cosa scrive Vigilante: “sento parlare di difensori del Gargano ….a gente che non sa manco geograficamente dove sia ….solo e soltanto per prendere qualche votarello in vista delle elezioni regionali. Ed ecco che come gli unni,come sciacalli , verranno a prendersi voti e dividerci ancora di più senza darci nulla in cambio senza aver difeso un solo briciolo della nostra terra…..!A questi personaggi dico ritornate da dove siete venuti ..il farò ,vi aiuterò, cioè cose future non c’interessano —dateci prima cio’ che ci spetta …e poi forse vi voteremo.”
La linea arrembante di Vigilante convince, trascina, ed il gruppo pullula di interventi che danno ragione al battagliero esponente politico del promontorio. Come Pio Alessandro Marcantonio che scrive:”Tantissimi buoni propositi… facile retorica …abili accusatori d’ altronde chi parla bene dice datemi l’uomo l’accusa la trovo io….. un vecchio saggio dice :” fa più stato uno scemo che cammina che uno scienziato fermo”. Diamoci delle direttive da queste stiliamo un programma ed una lista di priorità … Fatto ciò l’ importante e partire la velocità basta un passo alla volta…”
Che si tratti di un vero e proprio progetto è confermato da altri interventi, come quello di Libero Nazario: “condivido pienamente il pensiero di vigilante che gente come unni,sciacalli, verranno solo per prendersi i nostri voti e come al solito dopo il voto dimenticarsi come sempre di tutti noi…volevo informarvi che stiamo cercando di fare un coordinamento nel gargano, dove saremo noi a decidere chi ci deve rappresentare su…i tavoli dove si decide e sicuramente non abbiamo bisogno di persone esterne ,dove,non conoscono appunto manco il nostro territorio figuriamoci i nostri problemi .Il mio invito è “uniamoci per il Gargano” e autogestiamoci il nostro territorio….Chi è interessato a questo progetto contattatemi e incontriamoci …un saluto a tutti i garganici..”
C’è fermento sul Gargano, un fermento nuovo, il cui tratto comune è la presa di distanza dalla vecchia politica, quella che ogni cinque anni si presenta alle porte degli elettori per chiedere il loro consenso, e poi chi s’è visto s’è visto. C’è una rinnovata voglia di partecipazione, come testimonia la recente costituzione del Comitato per la difesa del mare garganico, che ha detto no al progetto che prevede la realizzazione di un parco eolico off shore, nelle acque di Ischitella. O come l’iniziativa che proprio nella bacheca del gruppo fondato da Vigilante annuncia  Leonardo la Malva:”volevo solo rendervi noto che ad Ischitella proprio in questi giorni è nato un movimento con queste finalità. Si chiama Civitas “il territorio al centro delle nostre idee”. In ogni caso siamo disponibili a qualsiasi cambiamento!!! Forza Gargano.”

Gargano Libero,parola di VigilanteL’esponente del Pdl garganico fonda un gruppo su Facebook. E raccoglie centinaia di consensi. S’incazza di brutto, Raffaele Vigilante, se qualcuno paventa un suo allontanamento dal Pdl. Ma intanto la capacità attrattiva del gruppo che ha fondato su Facebook (!!!!!!!!!!!GARGANO LIBERO !!!!!!!!!, scritto proprio così, con l’anzidetta sfilza di punti esclamativi) cresce: 611 membri tra cui moltissimi di tutt’altra estrazione politica, come l’assessore provinciale uscente al turismo Nicola Vascello, Giampiero Protano, dirigente socialista e la scrittrice Teresa Rauzino, e poi “ortodossi” come Franco Landella e il consigliere provinciale Emilio Gaeta.Il gruppo è un mix di localismo garganico e di iniziativa politica “dal basso”, con possibili ripercussioni sull’imminente campagna elettorale. Sentite un po’ cosa scrive Vigilante: “sento parlare di difensori del Gargano ….a gente che non sa manco geograficamente dove sia ….solo e soltanto per prendere qualche votarello in vista delle elezioni regionali. Ed ecco che come gli unni,come sciacalli , verranno a prendersi voti e dividerci ancora di più senza darci nulla in cambio senza aver difeso un solo briciolo della nostra terra…..!A questi personaggi dico ritornate da dove siete venuti ..il farò ,vi aiuterò, cioè cose future non c’interessano —dateci prima cio’ che ci spetta …e poi forse vi voteremo.”La linea arrembante di Vigilante convince, trascina, ed il gruppo pullula di interventi che danno ragione al battagliero esponente politico del promontorio. Come Pio Alessandro Marcantonio che scrive:”Tantissimi buoni propositi… facile retorica …abili accusatori d’ altronde chi parla bene dice datemi l’uomo l’accusa la trovo io….. un vecchio saggio dice :” fa più stato uno scemo che cammina che uno scienziato fermo”. Diamoci delle direttive da queste stiliamo un programma ed una lista di priorità … Fatto ciò l’ importante e partire la velocità basta un passo alla volta…”Che si tratti di un vero e proprio progetto è confermato da altri interventi, come quello di Libero Nazario: “condivido pienamente il pensiero di vigilante che gente come unni,sciacalli, verranno solo per prendersi i nostri voti e come al solito dopo il voto dimenticarsi come sempre di tutti noi…volevo informarvi che stiamo cercando di fare un coordinamento nel gargano, dove saremo noi a decidere chi ci deve rappresentare su…i tavoli dove si decide e sicuramente non abbiamo bisogno di persone esterne ,dove,non conoscono appunto manco il nostro territorio figuriamoci i nostri problemi .Il mio invito è “uniamoci per il Gargano” e autogestiamoci il nostro territorio….Chi è interessato a questo progetto contattatemi e incontriamoci …un saluto a tutti i garganici..”C’è fermento sul Gargano, un fermento nuovo, il cui tratto comune è la presa di distanza dalla vecchia politica, quella che ogni cinque anni si presenta alle porte degli elettori per chiedere il loro consenso, e poi chi s’è visto s’è visto. C’è una rinnovata voglia di partecipazione, come testimonia la recente costituzione del Comitato per la difesa del mare garganico, che ha detto no al progetto che prevede la realizzazione di un parco eolico off shore, nelle acque di Ischitella. O come l’iniziativa che proprio nella bacheca del gruppo fondato da Vigilante annuncia  Leonardo la Malva:”volevo solo rendervi noto che ad Ischitella proprio in questi giorni è nato un movimento con queste finalità. Si chiama Civitas “il territorio al centro delle nostre idee”. In ogni caso siamo disponibili a qualsiasi cambiamento!!! Forza Gargano.”

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: