Skip to content

Parla l’amministratore delegato di Meleam: tutta la verità sulla cessione del Foggia

11 febbraio 2010

L’Unione Sportiva Foggia è in vendita, anzi no. C’è ancora un alone di mistero intorno alla cessione del club rossonero che, a dire dei vertici societari, sarebbe a disposizione, in modo gratuito, di chiunque sia interessato alle sorti della squadra di calcio del capoluogo dauno. Il vero problema è che nessun imprenditore, foggiano o non, è davvero disposto a rilevare il pacchetto azionario della società. L’unica trattativa finora intavolata dai soci dell’Us Foggia è stata con la Meleam, che sarebbe disposta ad acquisire il 100% delle quote, ma, stranamente, Capobianco e soci hanno rifiutato l’offerta dell’azienda bitontina, che per bocca del suo amministratore delegato, Pasquale Bacco, sembra essere ancora interessata ad acquistare la squadra, nonostante le difficoltà tecniche della compagine ora affidata a Guido Ugolotti, desolatamente penultima in classifica e quasi sicuramente condannata a disputare i play out per la permanenza in Prima Divisione. Ma per fare chiarezza sulla vicenda abbiamo sentito lo stesso Bacco, che ha parlato della trattativa della compravendita della società rossonera. Che tipo di proposta avete formulato al Foggia?

L’ultima offerta è stata di 500 mila euro. E’ chiaro che andava definita considerando la situazione di classifica del Foggia. Sulla clausola che prevedeva l’annullamento del contratto in caso di retrocessione della squadra, subito eliminata, gli attuali proprietari dell’Us Foggia ne hanno saputo dare un grande risalto, ma “stranamente” non hanno dato riscontro della sua eliminazione.

Perché il Foggia ha rifiutato?

Perché il Foggia, così come è gestito, probabilmente fa comodo a qualcuno e non mi faccia dire altro. Ma noi non possiamo passare per coloro i quali hanno cercato pubblicità. Il comportamento dei dirigenti è stato scorrettissimo.

Cosa secondo voi ha ostacolato le trattative?

La poca chiarezza dei dirigenti. Le sembra possibile che ancora oggi non ci hanno consegnato la documentazione fiscale? Abbiamo dovuto realizzare la due diligence su un fogliettino di carta su cui avevano riportato senza nessun riscontro alcuni dei costi e degli introiti. Un comportamento dilettantistico.

I dirigenti vogliono davvero cedere il Foggia gratuitamente?

Assolutamente no. La loro richiesta al momento è di 1 milione di euro ed in più dovremmo accollarci tutti i contenziosi in atto per altri circa 200 mila euro. Per una squadra che hanno portato sul limite del baratro.

Siete ancora interessati all’US Foggia?

Rimaniamo in attesa di notizie da parte dei dirigenti. Non possiamo fare altro.

Quali saranno le prossime mosse?

Investiremo comunque su Foggia. Non esiste solo il calcio, fortunatamente.

Confidate in un recupero delle trattative?

La speranza è l’ultima a morire.

Quali saranno i presupposti basilari per portare a termine le trattative?

La serietà, la professionalità e la correttezza nei comportamenti. E la reale volontà di cedere, non solo proclamazioni per calmare le folle ed i tifosi

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: