Skip to content

Immigrato muore asfissiato dai fumi del braciere

15 febbraio 2010

Un’altra morte amara. Una morte per la miseria, la povertà, il freddo. A rimanerne vittima un lavoratore extracomunitario di circa 27 anni, originario del Mali, il cui cui corpo senza vita è stato rinvenuto in un casolare di campagna alla periferia di Rignano Scalo, a pochi chilometri da Foggia. Si tratta di una zona fittamente abitata dagli immigrati.
Secondo i primi accertamenti dei Carabinieri che stanno coordinando le indagini, lo straniero sarebbe morto per le esalazione di monossido di carbonio derivanti dal fuoco che la vittima aveva acceso per riscaldarsi.
Il corpo ormai senza vita dello sfortunato immigrato è stato trovato la scorsa notte all’interno del podere dove abitava con un altro extracomunitario che ha dato l’allarme. All’interno del locale hanno trovato un braciere che, lo straniero aveva acceso per ripararsi dal freddo.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: