Skip to content

Iriip e Pinacoteca900: rivedere le decisioni

27 febbraio 2010

I foggiani e il palazzo. I foggiani contro il palazzo. Premesso che i sondaggi promossi dal Quotidiano di Foggia e dal suo blog non hanno alcuna pretesa scientifica ma vogliono semplicemente tastare il polso agli uomini dell’opinione pubblica cittadina, ci sembra che Palazzo di Città debba riflettere con maggiore attenzione sui risultati di un paio di sondaggi che abbiamo recentemente promosso, a proposito di due importanti decisione dell’amministrazione comunale: la cessione dell’ex Iriip (i cavallo stalloni, per intenderci) all’università di Foggia e l’allocazione dell’Uro comunale presso l’ex mercato Ferrante Aporti, che dopo la ristrutturazione erano stati adibiti a Pinacoteca.
Nel primo caso, la sistemazione (comunque necessaria) della Facoltà di Economia comporterà la scomparsa di un’attività (l’incremento ippico e la difesa delle razze equine autoctone) che ascritto una pagina importante nella storia della città. Nel secondo caos, l’invasione dei computer e delle scrivanie del pur importante sportello comunale per la relazione col pubblico comporterà la soppressione dell’area della pinacoteca che era stata adibita a mostre temporanee, riducendo per i giovani artisti foggiani la possibilità di farsi conoscere ed apprezzare.
Nell’un caso e nell’altro, i nostri lettori hanno detto no alla decisione dell’amministrazione comunale, ed hanno rilanciato un tema importante e spesso trascurato della vita sociale e culturale cittadina: è possibile che, a Foggia, per far posto a struttura importanti e qualificate, i debba necessariamente chiudere o ridimensionare altre strutture, altrettanto importanti e qualificate? Come mai non si riesce mai a sedersi tutti attorno ad un tavolo, e a prendere decisioni che consentano di salvaguardare tutti gli interessi, atteso che i tratta di interessi tutti legittimi e tutti di pubblica utilità?
Pubblichiamo più sotto, nel blog, un articolo sui cavalli stalloni che conferma  che la decisione dell’amministrazione comunale è divenuta obsoleta, e andrebbe, non foss’altro che per questo, rivista. L’ippica e l’allevamento equino sono al centro di una generale rivalutazione per cui quello che si credeva (a torto) un istituto ormai superato e non più di moda, andrebbe al contrario salvaguardato e rilanciato.
Resta comunque il dato, non trascurabile, che l’opinione pubblica cittadina non condivide le scelte dell’amministrazione,ed è già questa una buona ragione non diciamo per rinnegarle, ma almeno per tornare a rifletterci su.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: