Skip to content

La politica, arte del più furbo

10 marzo 2010

Le regole vanno rispettate. Ma dagli altri

In questi giorni, dalle solite tribune ipocrite della politica si fa un gran parlare delle regole della campagna elettorale per il caso delle liste di centrodestra della Lombardia e del Lazio la cui partecipazione è sub giudice. Le posizioni della polemica sono note: da un lato chi è stato “pizzicato” per non aver del tutto ottemperato alle norme che disciplinano la presentazione delle liste, ma che sostengono si debba anteporre il merito al metodo, e garantire che le elezioni non vengano mutilate, dall’altro il centrosinistra ed il centro, ovvero l’opposizione, che sostengono che le regole ci sono, e vanno rispettate.
Esprimiamo la nostra modestissima opinione in altra parte del giornale. Qua però vogliamo far rilevare come il discorso delle regole valga se a violarle è l’altro. E come la deroga si invochi da parte di chi le viola. Ma quando manca un interesse leso, o più precisamente questo interesse è semplicemente quello dei cittadini, non si va tanto per il sottile, e le regole si violano da parte di tutti. In materia di affissioni selvagge, l’illegalità è rigorosamente bipartizan: della legge se ne fottono tutti, e ci perdonino i nostri lettori l’espressione colorita.
Che ne pensa il popolo viola dei candidati del centrosinistra che, al pari dei loro colleghi di centro e di centrodestra, in questi giorni fanno affiggere (illegalmente) i loro manifesti negli spazi che sarebbero riservati alle affissioni private (a pagamento) provocando con ciò un danno pesante all’amministrazione comunale? Sono pochissimi i partiti che si sottraggono alla regola dei furbi: ieri mattina abbiamo visto gli impianti comunali ubicati nei pressi dell’università letteralmente sommersi di manifesti di un candidato di Sinistra Ecologia e Libertà.
Ma il vero capolavoro l’ha compiuto la vicesindaca di Foggia, Lucia Lambresa, amministratrice dell’ente Comune che attraverso il suo ufficio competente dovrebbe provvedere non soltanto al controllo ma alla cosiddetta “deaffissione” dei manifesti illegittimamente affissi.
Intervistata da un’emittente televisiva cittadina, la vicesindaca ha convenuto con una domanda postale dalla conduttrice della trasmissione, secondo la quale in questa campagna elettorale non si starebbe ripetendo il fenomeno dell’affissione selvaggia che caratterizzò nella scorsa primavera le elezioni comunali e circoscrizionali. Tesi quanto mai opinabile, perché lo scorso anno i candidati erano circa duemila, mentre per le regionali sono poco più di cento, ma in termini relativi insozzano assai di più dello scorso anno.
Fatto sta che la vicesindaca ha convenuto con la tesi esposta dall’intervistatrice, salvo poi tappezzare appena qualche ora dopo – come si vede dalle nostra immagini scattate ieri in via Bari – dei suoi manifesti le maggiori strade centrali. Dal momento che Lucia Lambresa è titolare anche della delega alla legalità (rispetto alla quale, come il nostro giornale ha spesso sottolineato, sta facendo cose molto egregie, scoraggiando per esempio l’abusivismo) sarebbe stato lecito aspettarsi una maggiore coerenza, tanto più che, attraverso la polizia municipale, proprio la Lambresa sarebbe stata nelle condizioni di far rispettare le norme che disciplinano le affissioni elettorali, attraverso controlli e contravvenzioni ai furbi, ed agli indisciplinati.
Come la mettiamo? Il Comune ha recentemente inasprito (e giustamente) i controlli e le multe nei confronti dei cittadini che scaricano abusivamente inerti nei cassonetti preposti alla raccolta dei rifiuti solidi urbani. Chi viene pescato deve pagare una contravvenzione di diverse centinaia di euro. È giusto che paghi chi sporca la città. Ma la stessa sorte, con sanzioni ben più pesanti e senza contare sulle puntuali e provvidenziali sanatorie, dovrebbe toccare ai politici che la imbrattano o che sottraggono risorse alle casse comunali.
Arturo Desio

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: