Skip to content

Da un capo all’altro della città per votare, meglio restare a casa

28 marzo 2010

Sono quasi tutti anziani i condomini del “grattacielo” in piazza Battisti. Per votare dovrebbero (il condizionale e d’obbligo) andare al rione Martucci, senza mezzi propri e, alcuni, con grandi difficoltà fisiche. Dalle scorse elezioni comunali ad oggi, hanno chiesto soluzioni alternative all’amministrazione comunale senza alcun risultato. Morale: per protesta non voteranno. Quante altre sono le situazioni simili a Foggia? “Non andrò a votare per le elezioni regionali perché il seggio elettorale e a 2 km da casa mia”. A dichiararlo è l’ing. Attilio Muscio, pensionato foggiano, che abita al civico 27 di piazza Cesare Battisti (meglio conosciuto come il grattacielo, ndr) che ha voluto segnalare il particolare caso dei residenti della nuova isola pedonale foggiana, che dopo l’accorpamento delle circoscrizioni sono costretti a recarsi alla scuola elementare ‘Alessandro Manzoni’ di via Nannarone, al rione Martucci, per poter espletare le pratiche di voto. Gli abitanti della zona, però, sono in buona parte ultrasettantenni e in molti non sono provvisti di automobili, e certamente non riuscirebbero a compiere ben 4 km, tra andata e ritorno, per recarsi al seggio elettorale. La richiesta al Comune di Foggia è quella di instituire un seggio presso la scuola elementare dismessa di piazza Cardinale Felici (ubicata di fianco alla cattedrale) o alla scuola elementare ‘Giuseppe Garibaldi’ di via Galliani. Dunque per almeno 20 persone questa non sarà una domenica di votazioni

Annunci
One Comment leave one →
  1. Nico Baratta permalink
    29 marzo 2010 11:44

    Purtroppo nella giornata di ieri, si sono registrati casi simili. Ovvero, seggi che alle comunali appartenevo ad una scuola e che ora sono stati attribuiti ad latre. Un esempio sono i seggi 38 e 39, prima in forza alla scuola elementare De Amicis e oggi uno alla scuola media de Santis e l’altro alla scuola Parisi. Per non parlare del seggio 41 che … Mostra tuttoci sono volute ben tre ore per capire dove era collocato. Insomma, questa volta l’uffiico elettorale è anadato in “ferie” prima dei tempi richiesti. Poteva almeno aggiornare le tessere degli elettori ed in vece, nulla. La gente, scoraggiata e stanca di fare avanti e indietro, ha preferito andarsene a casa con i piedi gonfi. Che se ne tenga conto perchè questo ha contribuito a aumentare la percentuale dei non votanti. l’Ufficio Elettorale si dia una svegliata e che sia più efficiente, almeno prima delle votazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: