Skip to content

Il blog del nostro giornale terzo tra i blog più popolari d’Italia / L’exploit del Quotidiano e dei suoi lettori

19 aprile 2010

Accessi record nella due giorni elettorale. E adesso una nuova iniziativa: il gruppo vetrina del Quotidiano su Facebook.

Tremilaottantotto visite al blog del Quotidiano di Foggia nel primo giorno dello scrutinio elettorale; diecimilaseicentoventi nel giorno dello scrutinio; tremilaquarantacinque amici su Facebook. Dopo aver dato i numeri, minuto per minuto nella “non stop” elettorale di lunedì e martedì, questa volta, care amiche e cari amici lettori, lasciateci dare i “nostri numeri”. Nostri non nel senso di noi redattori, e basta: nostri nel senso di nostri e vostri. Perché questo indubbio successo è soprattutto la conseguenza di un incontro, una convergenza: tra noi che cerchiamo di tenervi informati e voi che queste informazioni raccogliete e molto spesso commentate, mostrando un desiderio di partecipazione che non viene percepito dalla cosiddetta società legale.
Sono ormai grandi numeri, quelli raggiunti dalla svolta digitale che il nostro giornale sta operando, un passo dopo l’altro, e che si traduce in una crescita esponenziale dei contatti su Facebook, delle visite al blog, degli accessi al nostro sito.
Siamo un piccolo giornale, che pur volendo non sarebbe in grado di dare un’informazione “gridata”. E comunque alle urla preferiamo il ragionamento, il confronto, la costruzione mediata di una “opinione pubblica”. Cerchiamo di raccontare quel che di cattivo e quel che di buono succede nel nostro territorio, facendoci aiutare in questo dai lettori che sempre più spesso da semplici destinatari dell’informazione diventano essi stessi fonte.
La differenza tra la comunicazione di massa e la comunicazione in rete sta tutta qui, del resto: la prima è unidirezionale, la seconda è circolare,  e nella comunicazione di rete i ruoli di fonte e destinatari dei contenuti e dei messaggi non sono dati una volta per tutte. Si scambiano, si intrecciano, a volte si influenzano e producono – questo è il punto – un’opinione. Un’opinione pubblica. Quella opinione pubblica che rappresenta uno degli handicap ancora più gravi della nostra terra, perché l’opinione pubblica (la capacità di esprimerla, da parte del territorio, e di recepirla da parte di chi il territorio governa) è il motore della democrazia, e produce senso civico.
Che sia questa la ricetta vincente lo svelano i numeri che vi abbiamo fornito prima, ma anche quanto certificano le foto che pubblichiamo in questa pagina. Lunedì, primo giorno dello scrutinio elettorale, siamo stati il sesto blog italiano wordpress (che è il motore di blog più diffuso al mondo) “più popolare”. Il giorno successivo abbiamo ulteriormente migliorato questa posizione, classificandoci al terzo posto.
Questo exploit è stato determinato da un rapporto che andato consolidandosi nel tempo: tra il giornale ed i suoi lettori, sia cartacei che virtuali.
È una strada che vogliamo continuare a percorrere, anche se costa non pochi sacrifici. In questa prospettiva, in questa direzione, abbiamo creato il gruppo dei lettori e degli amici del Quotidiano di Foggia su Facebook, destinato ad essere, più che uno spazio di discussione (a questo bastano già  strumenti come il blog o i “commenti” dello stesso sito di socialnetworking) una vetrina dei migliori talenti della nostra terra. Una vetrina di idee, di creatività, di proposte e progetti.  Insieme possiamo crescere. Insieme possiamo far crescere la nostra terra.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: