Skip to content

Amianto a Rione Biccari/ È sempre là, ma qualcosa si muove

27 aprile 2010

Interviene la commissione circoscrizionale; l’Amica promette interventi di bonifica. L’impegno del Comitato di quartiere.

L’amianto di via Calmo, la trafficatissima arteria che collega via Lucera con la parte meridionale della città, è ancora lì. Ma sta crescendo esponenzialmente l’attenzione della pubblica opinione sulla vicenda, ed anche l’attenzione della circoscrizione e degli enti preposti.
Quelle che si pensava fossero innocue lamiere e che si sono invece rivelate pericolose coperture in “eternit” sono ormai quasi completamente sommerse dalle erbacce cresciute con la complicità delle abbondanti piogge delle ultime settimane: ma come documenta la foto, l’esposizione alle intemperie aumenta il rischio che si sbriciolino, rilasciando l’amianto, ormai bandito per i suoi contenuti cancerogeni.
Come si ricorderà, la vicenda è stata portata alla luce dal Comitato di quartiere del Comparto Biccari – Zona 167, promosso da alcuni cittadini proprio allo scopo di sensibilizzare le autorità sui tanti problemi che assillano il rione periferico, e tra i quali uno dei più gravi è rappresentato proprio dalla scarsa igiene e dai rifiuti sia speciali, che tossici e nocivi che vengono abbandonati dai soliti ignoti. A turbare il decoro della zona non ci sono soltanto le tettoie di amianto ma anche, come documenta l’altra foto scattata ad un centinaio di metri, l’incredibile ed indecente “cimitero” di frigoriferi abbandonati in prossimità dei cassonetti preposti alla raccolta dei rifiuti solidi e urbani.
È evidente che i frigoriferi non possono essere annoverati in questo tipo di rifiuti: sono rifiuti speciali e depositarli laddove sono stati abbandonati è illegale. Però nessuno controlla, nessuno reprime, e nessuno li rimuove.
Tornando al discorso amianto, dopo il sopralluogo effettuato dal promotore del comitato, Antonello Abbatista, assieme al consigliere di circoscrizione, Salvatore De Martino, che aveva lanciato l’allarme sulla presenza di “eternit”, sono arrivate nuove conferme alla notizia, ma, per fortuna, anche promesse di una rapida soluzione del problema.
Come si apprende consultando la bacheca del gruppo su Facebook promosso dal comitato di quartiere (quanti vogliono iscriversi possono farlo accedendo al seguente indirizzo web: http://www.facebook.com/group.php?gid=108358712521290) il consigliere della Circoscrizione Nord Arpi-Croci, De Martino appunto, ha effettuato un altro sopralluogo con alcuni consiglieri della Commissione da lui presieduta (Servizi sociali, viabilità e sicurezza). Immediatamente ha provveduto a contattare l’Amica che, pare, abbia inviato degli ispettori che hanno effettivamente rilevato che si tratta di amianto. È stata quindi inoltrata una segnalazione ad una ditta che si occupa dello smaltimento di questo tipo di materiale. I pannelli di amianto presenti in via Guglielmo Calmo dovrebbero (speriamo) essere rapidamente rimossi.
Il sopralluogo dell’Amica viene confermato dallo stesso consigliere De Martino che in un ulteriore “post” sulla bacheca ha fatto sapere che gli ispettori dell’Amica hanno rilevato la concreta presenza di amianto nel punto indicato sul verbale della commissione. “Dall’Amica – aggiunge il presidente della commissione consiliare circoscrizionale – mi è stato detto che della rimozione non si può occupare l’azienda stessa ma una cooperativa che fa questo per conto del Comune. Informerò ufficialmente i dirigenti dell’assessorato all’Ambiente e dei Lavori pubblici con nota ufficiale lunedì (primo giorno utile, e cioè domani, n.d.r.)) della questione e chiederò naturalmente un intervento immediato. Per quanto riguarda i cassonetti sarà inviata una nota ufficiale all’Amica, anche se i responsabili del magazzino sono stati già informati della questione.”
Qualcosa insomma si muove: grazie al Comitato di quartiere, alla sensibilità mostrata dalla Circoscrizione, a conferma di quanto sia utile il decentramento per il capoluogo dauno, e quanto le circoscrizioni potrebbero e dovrebbero essere maggiormente coinvolte nei problemi che riguardano la vivibilità quotidiana. Adesso la palla passa al Comune e all’Amica: noi continueremo comunque a vigilare…

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: