Skip to content

Il Governo beffa Foggia: cancellata l’authority agroalimentare

29 aprile 2010

Non si farà più l’agenzia nazionale per la sicurezza alimentare. Nè a Foggia, nè a Verona. Pur di non darla vinta al Mezzogiorno, alla Puglia, a Foggia, il governo Berlusconi, sempre più egemonizzato dalla Lega Nord, che vedeva all’allocazione dell’agenzia nel capoluogo dauno come il fumo negli occhi, ha preferita cancellarla, inserendola tra gli “enti inutili” la cui soppressione è affidata al ministro per la Semplificazione Calderoli, guarda caso leghista anche lui.

Ad annunciarlo è stato il ministro per la Salute, Fazio, rispondendo ad una sollecitazione che gli era stata rivolta dalla senatrice foggiana, Colomba Mongiello affinché venisse accelerato l’iter istitutivo dell’authority. Durissima la replica dell’esponente parlamentare del Partito Democratico: “è riprovevole che questa decisione sia stata presa in modo subdolo, eludendo il dovere civile di darne almeno notizia alla comunità interessata e alle sue rappresentanze. Dal Governo viene uno schiaffo a Foggia e alla sua dignità.” Sulla edizione cartacea del Quotidiano di Foggia in edicola domani, un ampio servizio sulla vicenda.

Annunci
21 commenti leave one →
  1. raffaele de meo permalink
    29 aprile 2010 16:55

    Non mi meraviglia che l’ authoruty sia sparita cosi nel nulla, vogliamo dare la colpa al governo dimocela ma i veri responsabili sono i nostri politici locati che fanno di tutto per i loro interessi sia quelli che governano sia l’opposizione, ma per la nostra citta’ niente di niente solo debiti, perche questo perchè non ci sono piu’ politici seri che sono legati all’ideale di partito che sposano certe idee, ma purtroppo noi abbiamo politici della pagnotta che cambiano partito come tira il vento un’ anno di qua l’altro di la’ tanto chi ne subisce sono i cittadini.

  2. Foggiano triste permalink
    29 aprile 2010 17:01

    C’è veramente poco da dire, parliamo di una città morta lasciata in balia di se stessa, una classe dirigente che pensa prima ai propri interessi e poi a far crescere la città, ci hanno tolto tutto anche il nostro orgoglio, io credo che in Azerbajan stiamo meglio con tutto il rispetto, siamo sommersi dall’immondizia, che è il problema che subito balza agli occhi in questi giorni, spesso sento gente che si lamenta perchè il Foggia Calcio non và bene….ma lo sport è lo specchio della città, abbiamo Palazzetti dello Sport fatti nel 30 d.c., non esiste più un campo da calcio a foggia, in una città da 150 mila abitanti, la squadra di futsal salita in Serie B quest’anno gioca in una struttura fatiscente……vogliamo parlare anche dei problemi dei lavoratori? Amica, Ataf………e tanti tanti altri……..mi vergogno di essere rimasto qui a parte gli affetti NON C’è PIù NULLA

  3. MARIO FIORE permalink
    29 aprile 2010 17:02

    è un governo schiavo della lega.

  4. Davide Pio Albanese permalink
    29 aprile 2010 17:04

    E’ una vergogna!!! La realta’ e’ che Berlusconi e il suo Governo se ne fregano altamente della Puglia ed in particolare di Foggia, dovevamo aspettarcela una notizia del genere prima o poi, evidentemente non e’ andata giu’ la scofitta Regionale pertanto dovevano vendicarsi in qualche modo!

  5. Marco permalink
    29 aprile 2010 17:17

    Nessun Politico Foggiano ha fatto Nulla!!! e noi li andiamo a votare…. ci stanno distruggendo dall’interno ce ne renderemo conto solo quando non avremo più nulla o quando verremo colpiti direttamente!!!! CITTà DEPLOREVOLE!!!!

  6. 29 aprile 2010 17:17

    Codici Foggia – Centro per i diritti del cittadino – si unisce alla durissima replica rilasciata dalla senatrice foggiana Colomba Mongiello. Riteniamo tale scelta politica del Governo incomprensibile. Come si può ritenere, infatti, l’ Authority Agroalimentare un ente inutile? Una scelta questa, dunque, che pregiudica fortemente la città di Foggia, una città, ricordiamo, la cui economia principale è basata proprio sull’attività agricola e che avrebbe acquisito una giusta rilevanza sul territorio nazionale con la presenza di una tale istituzione. Ci auspichiamo, ancora, un dietro front del Governo, così come accaduto qualche giorno fa per la non concessione dell’autorizzazione alle trivellazioni in mare nelle vicinanze delle isole Tremiti.
    Avv. Maurizio Antonio Gargiulo – Responsabile dello Sportello Codici Foggia

  7. giuseppe permalink
    29 aprile 2010 17:41

    Mi associo all’amico albanese, lo stesso pensiero l’ho fatto io , in quanto dovevamo aspettarcelo avendo il governo perso le regionali e prima ancora le comunali a Foggia i dati parlano chiaro, e quindi voelte la sinistra? fatevi governare dalal sinistra ad iniziare da Vendola che ha eliminato tutti i candidati più suffrogati foggiani prendendone solo una di cui già presente nella vecchia legislatura e inserendo tutti i oplitici Baresi così come volevasi pensare,lasciandoci andare ancora più giù con il cappio dell’immondizia al collo ed alla crisi comunale ed aziende affini, a questo punto non ci resta che lasciare questa maledetta Puglia ed aprire una nuova Regione la Moldaunia che secondo me male non farebbe e di peggio non potremmo avere.

  8. 29 aprile 2010 17:56

    Queste”peregrinazioni”le dobbiamo pensare nel momento che andiamo a votare.Ormai,senza più ideologie,siamo soliti votare l’uomo,cosa positiva,in sè stessa;purtroppo così facendo votiamo anche il partito e il leader che lo sostengono….la prossima EPURAZIONE sarà relativa alle province……stiamoci così!!Auguri a noi.

  9. Massimo permalink
    29 aprile 2010 18:34

    Invece io vorrei sapere chi ci credeva ancora.
    Già Zaja aveva deciso, e i nostri rappresentanti della PdL della Capitanata subiscono come pecore a 90° (per il popolo a novanta gradi).
    A noi !!!!!!

  10. Michele Grasso permalink
    29 aprile 2010 19:36

    Ciò che è fatto , capo ha.
    Si riparte ? Certo che , quando ci si litiga qualcosa è possibile che fra i due litiganti …
    Cosa si sarebbe potuto fare , è tutta da vedere .
    L’ Aberrazione con cui i politici locali svolgono la loro opera è cosa ormai vista e saputa .

    Cambiare ? sarebbe ora . A presto . Buona Vita Creativa .

  11. Marcella permalink
    30 aprile 2010 17:22

    Foggia è una città che sta tramontando da sola e non ci sarà niente e nessuno soprattutto che riuscirà a salvarla. Ora qui parliamo di authority agroalimentare, ma qui manca tutto. è normale che quest’ agenzia nazionale per la sicurezza alimentare è definita da Berlusconi “ente inutile”. qui non servirebbero altri enti ma soldi e persone con gli “attributi” capaci di risollevare davvero questa città.
    Per ora la lasciamo cadere.
    APPELLO AI GIOVANI: Scappate voi da questa città che non può offrirvi nulla. più tempo rimanete qui, più sarà tempo perso!

  12. 30 aprile 2010 19:58

    ma cosa c’entra la lega?
    ma è ridicolo oltre che sciocco.
    Non va bene per i foggiani.
    La Lega non ha mai promesso di portare a Fg l’authority alimentare.
    I baresi Alemanno e Vendola invece sì.
    Chi ha fallito sono loro, come sempre.
    Chi ha preso il voto dai foggiani per usarlo contro i foggiani, sono loro.
    E smettiamola una buona volta di apsettare il posto fisso in un ente pubblico a Foggia.
    Ragazzi, Foggia è ricchissima.
    Il 70% del fatturato dell’industria turistica pugliese si fa a Foggia.
    Il 70% del fatturato dell’industria estrattiva pugliese si fa a Foggia.
    Per non parlare dell’agroalimentare che una vero e proprio pozzo di san Patrizio.
    Ma ad arricchirsi a Foggia sono sempre e solo i soliti noti, come è ancora avvenuto con l’eolico di recente.
    Il fatto è che i foggiani si fanno fregare tutto dalla casta politica foggiana e poi si lamentano che qualcuno che non è di Foggia gli abbia portato via qualcosa che poi, non era nemmeno loro …..
    Svegliatevi foggiani:
    vi stanno mangiando il futuro e voi non fate nulla per fermare questo ladrocinio.
    Svegliatevi, che dormite sonni profondi.
    E non pensiate che vi rubino qualcosa:
    fate tutto da soli, e nn serve veramente nessuno che vi impoverisca:
    ci riuscite benissimo da soli.
    Queste cose le andavo dicendo già nel lontano 2006, ma i foggiani non mi ascoltarono.
    Chi è causa del porprio male, pianga se stesso.
    Ecco la prova di quel che vado dicendo in questo video:
    http://www.facebook.com/Il.Cittadino.X?ref=profile#!/video/video.php?v=1152138560060&subj=1125517519
    Sia Alemanno che Vendola sono baresi:
    Attenzione all’authority alimentare …
    Ma i foggiani dormono e i baresi li fregano sempre …
    Ovviamente anche questo fatto è colpa della Lega…
    Ma prima di parlare, informatevi almeno.
    E soprattutto, smettela di lamentarvi che non se se può più.
    Addrizzate la schiena e datevi da fare per costruire un futuro migliore e diverso da questo pessimo presente.
    E dovete farlo da soli, come tutti.
    Alzate la testa e puntate dritto verso il benessere diffuso.
    Svegliatevi

  13. 30 aprile 2010 20:00

    Per chi non ha accesso al mio profilo facebook ecco un altro link:
    http://www.ilcittadinox.com/video.html

  14. giuseppe potenza permalink
    1 maggio 2010 12:20

    Noi, come Associazione di volontariato, abbiamo provato a far sentire la nostra voce.
    Abbiamo organizzato una raccolta di firme ed abbiamo dato l’allarme in tempi non sospetti, quando già si avvertivano (per chi li sapeva scorgere) i segnali della mancata produzione dei decreti attuativi della legge istitutiva dell’ Authority.
    I politici locali non ci hanno minimamente considerato e questo è il risultato!
    Non vi è stato alcun impeto d’orgoglio e non si è fatta rete attorno a tale questione.
    Nessun politico ci ha chiesto quante firme abbiamo raccolto o quali iniziative intendiamo adottare.
    E’ una vergogna la mancata istituzione dell’ Authority a Foggia!
    Per i consumatori viene a mancare l’organismo terzo ai fini del controllo alimentare.
    A che servirà il reparto dei NAS a Foggia, completamente scollegato dall’Authority?
    Come si fa a definirla un ente inutile se è presente in tutti i Paesi europei??

  15. Daniele Prencipe permalink
    1 maggio 2010 16:05

    E’ SEMPRE LA STESSA ” FOTTUTISSIMA ” STORIA !!!
    QUANDO SI TRATTA DI RICONOSCERE CHE IL SUD
    HA LE SUE QUALITA’ ………
    PERCHE’ NON
    ((((DARE A CESARE QUELLO CHE DI CESARE ))) ???

  16. 1 maggio 2010 18:54

    Il sud ha delle qualità?
    Vero.
    Ma nn serve affatto l’authority alimentare per questo riconoscimento.
    Adesso vi dico quel che dovreste fare a Foggia e che nessuno invece realizza.
    Con l’enorme patrimonio agro-alimentare della capitanata, non si capisce come mai non vi sia sviluppo economico.
    O meglio, io lo so.
    Si continua a puntare sulla quantità invece che sulla qualità.
    L’univesità c’è, la facoltà di Agraria pure.
    E allora, cosa aspettate a creare l’università del vino?
    Con il vino dauno si producono moltissimi vini di qualità.
    ma voi lo vendete a poco e niente.
    Create un marchio di qualità fra produttori, fatelo certificare dall’universita del vino, e venderete il vostro vino a 5 euro la bottiglia invece che ameno di un euro.
    Un esempio di qualità?
    A san severo dei giovani agronomi qualche anno fa lanciarono la sfida al mondo degli spumanti di qualità italiani, creando e selezionando il D’araprì, il miglior spumante del mezzoggiorno e uno dei migliori d’Italia, a mio avviso.
    Smettela di piangere miseria, rimboccatevi le maniche e guardate sotto i vostri piedi:
    l’oro è lì, basta saperlo sfruttare.

    P.S.
    evitete di coinvolgere gli enti locali in questa storia, o la politica si dimostrerà un problema e non una soluzione.
    Fatelo da voi, da privati, consorziatevi e creta cooperative.
    Un consiglio:
    le cooperative nn fatele a durata 99 anni come al solito.
    Fatele a durata di un anno.
    Ogni anno contate il danaro prodotto e l’attività del consiglio di amministrazione:
    se si son ben portati, la nupova cooperativa avrà gli stessi amministratori, altrimenti, li cambiate con giovani di talento e lontani dalla politica, molto lontani.
    stessa cosa per la certificazione dell’università del vino:
    certificazioni annuali con continui controlli sulla qualità del prodotto.
    E poi, pensate alla univesrità della pesca e della percoca, del cappero, del cappuccio (con quello si produce il famosissimo crauto tanto apprezzato dai tedeschi!), della pasta e del pane.
    Insomma, da fara ce ne è tanto.
    Ora, bisogna solo trovare la voglia di lavorare.

  17. 1 maggio 2010 18:59

    L’unica vergogna che vedo a Foggia è qualla montagna di parole dietro il quale si nasconde un fallimento completo e devastante nella conduzione di ogni settore produttivo.
    Smettetela di urlare al favonio il vostro dolore:
    rimboccatevi le mani e create quella ricchezza che c’è, ma che non viene sfruttata a Foggia, ma regalata altrove.
    La vergogna che vedo è questo stato di fatto, deprimente e ingiusto, misero e orgoglioso.
    Ma orgoglioso di che?
    Datevi da fare, datevi da fare, Datevi da fare, datevi da fare, Datevi da fare, datevi da fare, Datevi da fare, datevi da fare, Datevi da fare, datevi da fare, Datevi da fare, datevi da fare, Datevi da fare, datevi da fare, Datevi da fare, datevi da fare, Datevi da fare, datevi da fare, Datevi da fare, datevi da fare, Datevi da fare, datevi da fare, Datevi da fare, datevi da fare:
    ma con le mani, non con la bocca.

    • giuseppe potenza permalink
      2 maggio 2010 11:44

      Gustavo, smettila di fare il professore!
      La gente della mia terra è altrettanto operosa come quella di cui fai parte.
      E’ ovvio che in un blog non si può fare altro che parlare, ma ti posso assicurare che di cose concrete, che sono fuori da questa rete virtuale, ne abbiamo realizzate in grande quantità e sono vere e genuine come il vino che bevi.
      Il problema è che noi non viviamo solo in un sistema economico, ma in un sistema che è anche politico, per cui sia i produttori che i consumatori devono necessariamente fare i conti con una classe politica che si è sempre distinta per la sua miopia ed inettitudine.
      Una classe politica che non è composta soltanto da meridionali, ma che oggi è rappresentata principalmente da settentrionali, altrettanto poco lungimiranti (v. Zaia in occasione proprio dell’Authority).
      Ne deriva che darsi da fare e basta non serve a nulla quando il sistema politico non è capace di governare lo sviluppo economico di un popolo.
      Colgo l’occasione per salutarTi e per condividere un dialogo più costruttivo, non basato sui pregiudizi e sui luoghi comuni.
      Il Presidente dell’Adiconsum Provinciale di Foggia
      Avv. Giuseppe Potenza

  18. 1 maggio 2010 19:02

    Volete copiare?
    L’univesrità del vino c’è:
    in francia

  19. 3 maggio 2010 16:12

    Ancora parole, soltanto parole.
    ma di fatti non se ne vede nemmeno l’ombra.
    professore sarà lei, che si qualifica come avvocato in una sede di confronto.
    Crede di intimorirmi?
    Cosa crede, che l’univesrità del vono la farete?
    Non mi intimorisco e sono altresì sicuro che l’univesrità del vino non vedrà la luce.
    Il dialogo costruttivo non serve.
    A Foggia servono le costruzioni edificate dalle mani e dai piedi, serve tanto spirito di sacrificio e tantissima buona volontà, serve tanta voglia di lavorare.
    Quando avrete tutto questo, avrete tutti un lavoro, sarete tutti ricchi.
    Caste dominanti permettendo.
    Ma come, il governo non aveva informato nessuno in loco della sua decisione sull’authority prima di renderla pubblica?
    Questa è l’ennesima dimostrazione che fra il benessere ed i foggiani, vi è un ostacolo enorme:
    le caste dominanti.

  20. 3 maggio 2010 20:09

    Ed ecco nascere le brigate del mezzogiorno.
    Non è uno scherzo, sono terroristi come i brigatisti rossi.
    Così il mezzogiorno, dopo aver regalato le mafie all’Italia, ora si propone anche di offrire frange terroristiche.
    Ovviamente dal meridione non sorgerà una sola voce contro questo ennesimo schiaffo alla legalità e allo stato italiano da parte del mondo della illegalità diffusa e delle organizzazioni malavitose.
    Non ci saranno prese di distanze, non ci sarà nulla.
    Ovviamente invece, tutti i mali dell’italia provengono dalla Lega.
    Ma fatemi il piacere:
    questo mezzogiorno si sta autoaffondando.
    Un vero e proprio suicidio civile.
    Ribadisco, suicidio e non omicidio:
    suicidio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: