Skip to content

Comune di Foggia verso il dissesto finanziario?

6 maggio 2010

“Denuncio l’ennesima mancanza di trasparenza di questa amministrazione che tiene nascosta nel cassetto la nota con cui la Corte dei Conti, il 9 aprile scorso, l’ha messa di fatto alle corde”. L’episodio ha fatto esplodere l’opposizione, finora guardinga nel pressing al governo di Gianni Mongelli perché “il calice amaro- questa l’espressione usata- devono berlo loro fino all’ultimo”.

Franco Landella, il consigliere più suffragato della città, chiede al sindaco di “andare in consiglio” per dichiarare se il dissesto esiste o meno. “Non si è corretti nella trasmissione degli atti, queste non sono informazioni personali riservate all’ufficio contabile”. Lo spettro del dissesto economico si aggira da tempo nei corridoi del Palazzo, il 30 aprile scorso si è tenuto l’ultimo consiglio in cui si è parlato di Authority e di eventuale ricorso alle casse regionali data la disastrosa situazione contabile del Comune.

Landella: “Chiediamo un atto di coraggio e di responsabilità politica, Mongelli venga in consiglio e dichiari, senza più nascondersi, se si può andare avanti o meno”. È slittata invece alla fine di giugno la discussione sul bilancio, ma l’ultima nota della Corte dei Conti accelera la richiesta di verifiche . In questa delicata situazione preme, comunque, alla minoranza di non essere “bollata” come la fautrice del dissesto, infatti Landella precisa: “Questo non piace a nessuno, ma siamo tenuti al buon andamento della pubblica amministrazione. Chiediamo un atto di coraggio e di responsabilità politica, Mongelli venga in consiglio e dichiari, senza più nascondersi, se si può andare avanti o meno”.

Nel frattempo il sindaco e la giunta cercano di prendere tempo. All’orizzonte il miraggio dei milioni di euro derivati dai Prusst e da altre manovre urbanistiche. Landella, però, non ritiene arriveranno a breve: “Il problema grave è la spesa corrente, non più sostenibile”. L’altro modo con cui Mongelli spera di tirare avanti la barca del Comune è il sostegno economico della Regione, ovvero, dice il consigliere del Pdl, “la fata turchina di Vendola che dà ossigeno”. Metafore fiabesche a parte, anche questa manovra è giudicata “non rientrante nella corretta regolarità contabile”, ammesso si verifichi in tempi brevi. Ad una anno dalle elezioni, Landella sottolinea i passi falsi, dal punto di vista politico, a suo avviso compiuti dal centrosinistra: “Il sindaco Mongelli, apprezzatissimo ingegnere, per carità, ha sbagliato l’approccio. Doveva dare alla sua giunta un carattere tecnico ed avviare un’operazione verità tenendo i libri aperti. Un tempo limitato per analizzare la situazione ereditata dalla precedente giunta di centrosinistra e poi prendere provvedimenti, anche con l’opposizione si poteva avviare un discorso diverso per il bene comune. Invece no, ha ceduto alle pressioni ed ora il fallimento è tutto politico”. D’Emilio: “Non ci si può contestare nulla, l’opposizione ha sempre denunciato gli interventi di somma urgenza, gli eccessivi ricorsi alle anticipazioni di cassa che producono debiti”. Nelle ultime settimane, con l’acuirsi della tensione sociale e della protesta dei lavoratori licenziati dalle cooperative, sono piovute critiche anche all’opposizione “silenziosa”: “Ma dove sono finiti i consiglieri di centrodestra?” chiede Salvatore Valerio dell’associazione “Destra razionale”. In un dialogo tutto interno al centrodestra, risponde Francesco D’Emilio: “Non abbiamo mai taciuto nulla, le nostre critiche ai bilanci consuntivi dal 2007 al 2009 sono chiari, rintracciabili all’ufficio di presidenza. Gli interventi di somma urgenza, gli eccessivi ricorsi alle anticipazioni di cassa che producono debiti sono stati denunciati. Il dissesto, prima che essere dichiarato dal sindaco che ancora dice di farcela, è visibile in una città in abbandono con una sofferenza molto forte”.

Paola Lucino

Annunci
One Comment leave one →
  1. 6 maggio 2010 19:35

    Questa è la dimostrazione che un occhio attento,anche da parte di chi non gestisce la cosa pubblica , ma ha a cuore il bene della comunità cittadina di cui fa parte, può denunciare ed ottenere risposte, non per se ma per la cittadinanza intera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: