Skip to content

Bertolaso ottimista: entro maggio riapriamo la ferrovia

11 maggio 2010

Il capo della Protezione Civile in visita a Montaguto

È decisamente più ottimista del capo di Stato maggiore, il sottosegretario alla Protezione Civile, Guido Bertolaso, che ha compiuto nella tarda mattinata di ieri un sopralluogo sul fronte della frana di Montaguto. Il generale Valotto si era dichiarato piuttosto pessimista sulla possibilità di tener fede al cronoprogramma, ma a sorpresa, conversando con i giornalisti, Bertolaso ha detto di non essere dello stesso avviso e ha annunciato che entro il 31 maggio prossimo (e cioè entro la scadenza prevista dalla protezione civile) la ferrovia sarà regolarmente riaperta al traffico.
Lo riferisce il direttore del portale gemellato al Quotidiano di Foggia, Michele Pilla, in un articolo che compare sulla home page del sito.
“Il generale Valotto – ha detto il capo della Protezione Civile – é stato frainteso. Il cronoprogramma sarà rispettato e tra 21 giorni apriremo la ferrovia. Stiamo lavorando bene e disponiamo di uno strumento perfetto quale l’interferometro (una sorta di radar che sostituisce le telerilevazioni da satellite, motivando continuamente il territorio, n.d.r.). Magari lo avessimo per le ceneri del vulcano!”
Bertolaso ha anche fornito alcuni dati sul lavoro compiuto fino ad oggi: “La frana avanza di due metri, due metri e mezzo al giorno, ma non è omogenea e dipende dalle zone. Intanto, però, le ferrovie hanno liberato 70mila metri cubi di terra rispetto ai 90mila previsti in totale”.
Insomma la frana non si ferma, però il movimento di terra è stato “aggredito” finalmente con la necessaria efficacia. Anche se resta qualche preoccupazione sul fatto che la massa di terreno argilloso e fango continua a scivolare a valle.
L’altra notte – riferisce Michele Pilla – vi è stato un avanzamento notevole della frana sul versante della massicciata, che comunque è stata liberata. Il fronte pare essersi innalzato di una decina di metri. È tutto pronto, comunque, sul lato del binario, con camion carichi di materiale ferroviario (binari e quant’altro).
Bertolaso ha fatto solo un accenno alla strada: “Ho sempre detto che seguiremo tre linee: ferrovia, strada e realtà locali, con i commercianti e i cittadini”. Proprio per questo, lunedì prossimo Bertolaso incontrerà Michele Pilla e Felice Vitillo, che intendono istituire una commissione cittadina che segua passo passo tutta la vicenda da vicino.
Il Capo della Protezione Civile, stavolta apparso molto sereno e disponibilissimo, ha colto anche l’occasione per parlare della sua vicenda personale e smentire le voci di sue possibili dimissioni: “Voglio risolvere questa situazione e spero di poter essere io a decidere se restare o meno”. Positivo anche l’incontro coi commercianti, che si sono dichiarati molto soddisfatti. Domenico Gallo (Cantinella) e Luigi Torino (gommista) hanno riferito: “Ci ha detto che già domani (oggi, per chi legge, n.d.r.) incontrerà i prefetti di Avellino e Foggia per istituire un tavolo tecnico”. Lunedì dunque Bertolaso tornerà a Montaguto. Dopo l’incontro con i giornalisti, il capo della Protezione Civile si è recato in visita alla frana, per verificare la consistenza dei lavori. Come detto, comunque, il fronte avanza e due gradoni del terrazzamento sono stati ricoperti, l’altra notte, dalla terra. Ma c’è ottimismo: il vero problema – conclude Montaguto.com – resta comunque quello della messa in sicurezza.
W.D.S.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: