Skip to content

Fotovoltaico connection / L’implosione del Pd di Foggia

12 maggio 2010

Fotovoltaico “cotto e mangiato”. E’ andata proprio così al Comune di Foggia. Il 26 aprile l’assessore all’ambiente Pasquale Russo ha presentato la bozza delle “linee guida operative” per la realizzazione degli impianti; il 5 maggio la giunta comunale le ha deliberate, e si accingeva a ealizzarle quando è arrivato lo stop di cinque consiglieri democratici del Pd: Rita Chinni, Sergio Clemente, Francesco Paolo De Vito, Giuseppe D’Urso, Claudio Sottile e Luigi Vinciguerra. Consiglieri esterrefatti dalla mancata consultazione degli organismi politici del partito e del gruppo. Derubricare a “mancanza di comunicazione” la vicenda poteva andar bene, magari, se non si fosse trattato di una delibera che implica una minimappa del territorio e su cui la Regione chiede conto attraverso le periodiche “conferenze di servizio”. Il capogruppo Paolo Terenzio dovrebbe ratificare, a breve, le sue dimissioni, ma non pare vi siano collegamenti fra quanto avvenuto e la decisione del medico. Piuttosto Terenzio, giustificano i suoi colleghi, che fa il medico, “è molto impegnato nella sua professione per seguire, passo dopo passo, ciò che avviene in aula e nei gruppi”.

La contestazione, tuttavia, non è solo di metodo. Giuseppe D’Urso, che ha firmato il documento di stop al fotovoltaico in corsa , usa toni molto duri nei confronti del Pd: “Sollevare ogni volta la tesi del complotto, del retropensiero e della contestazione strumentale è una prassi figlia di ciò che, una volta, veniva chiamato “stalinismo”. Oggi si chiamerebbe “berlusconismo” ed un po’ di questo sentire è in ognuno di noi”. Spara ad alzo zero contro il Pd, una critica “politica” che intreccia metodo e merito: “Dove collochiamo questi pannelli, sui tetti o sui terreni agricoli? Sarebbe meglio non deturpare il territorio”. Una questione di scelte, come l’espansione edilizia: “Anche chi costruisce su terreno agricolo ci guadagna, il punto è se Foggia, dopo l’espansione agricola all’infinito, deve avere anche quella del fotovoltaico a danno dei terreni agricoli… all’infinito”.

E’ questo il punto cruciale, l’arena di uno scontro che probabilmente, consapevole della divergenza di visioni, il Pd voleva evitare. Da questo, però, non si prescinde, D’Urso va giù deciso in uno stile di critica forte e costruttiva che l’ha contraddistinto in diverse occasioni. Il segretario del partito Mariano Rauseo, in risposta, minimizza: ” Il Pd non è imploso, si è enfatizzata una tempesta in un bicchier d’acqua”. L’incontro con i “contestatori”, è avvenuto, D’Urso, tuttavia, non era presente perché “non appartiene al gruppo del Pd”. Alla fine nessun documento ma una generica “concordia” sulle linee guida del fotovoltaico e su una “più adeguata gestione” del gruppo consiliare. La materia continua ad essere rovente, la spaccatura del gruppo su questioni fondamentali lascia poco spazio all’unanimismo di facciata. Infatti D’Urso, capita l’antifona, rilancia: “In pratica il continuo minimizzare del segretario significa: lasciateci lavorare e non disturbate il manovratore, però non hanno capito niente, noi continueremo a contestare ciò che non condividiamo”. Gli secca soprattutto l’accusa di sollevare “polemiche strumentali”: “E’ la storia della luna e del dito, il saggio guarda la luna, lo stolto il dito”. D’Urso è stato eletto nella lista Mongelli, quella del sindaco. A proposito della linea del primo cittadino sull’argomento, distingue: “Non si possono accollare su di lui tutte le croci: raccoglie una sintesi dentro il partito di maggioranza relativa, ma se la sintesi non c’è…”. Si è costruito un asse che, a prescindere dalla lista di elezione di D’Urso, metterà in difficoltà l’amministrazione dall’interno del Pd? E’ possibile, insieme ad altri 4 o 5 consiglieri su 11.

Paola Lucino

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: