Skip to content

Gigantesco blitz antidroga: 35 in manette

12 maggio 2010

Un altro duro colpo alla criminalità organizzata della provincia di Foggia. Un’altra bella e positiva dimostrazione che lo Stato c’è, e che non abdica al proprio ruolo di garante della legalità e dell’ordine.
Trentacinque persone sono state raggiunte da ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Bari, Jolanda Carrieri, (28 sono finite in carcere e sette agli arresti domiciliari) nell’ambito di uno dei più grossi blitz antidroga mai operati in provincia di Foggia.
Sono stati infatti più di 200 i Carabinieri impegnati nell’operazione, svoltasi con il supporto logistico ed operativo di unità cinofile e di un elicottero dell’Arma. Il blitz è stato coordinato dal Comando provinciale.
Lo spiegamento di forza così ingente è stato determinato dalla necessità di setacciare capillarmente una vasta zona della provincia di Foggia, compresa tra San Nicandro Garganico, Apricena e la stessa città capoluogo.
In pratica, è finito dietro le sbarre uno dei gruppi malavitosi più importanti per quanto riguarda il controllo del mercato della droga. Le  indagini, coordinate dalla procura distrettuale antimafia di Bari, sono state lunghe e laboriose. I militari, con appostamenti, pedinamenti ed altri sistemi di controllo, sono riusciti ad accertare diverse centinaia di episodi di spaccio dal settembre del 2007 a maggio del 2008.
Le persone arrestate sono accusate a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e detenzione e spaccio di ingenti quantitativi di droga. La banda era specializzata nello spaccio di cocaina, eroina e marijuana.
Secondo gli investigatori, i malavitosi tratti in arresto fanno parte di un clan capeggiato da Valentino Frattolino, un gruppo criminale ben organizzato ritenuto in grado di gestire ingenti quantità di sostanze stupefacenti su un mercato che comprende alcuni centri del Gargano e della Capitanata.
L’operazione è scattata all’alba. I militari hanno letteralmente rastrellano il territorio, svolgendo anche numerose perquisizioni domiciliari. Sono stati individuati e sottoposti a sequestro i proventi delle attività illecite del clan Frattolino, consistenti in beni mobili (autoveicoli e motocicli) e immobili (appartamenti, autorimesse, fondi agricoli, fabbricati rurali e capannoni), il tutto per un valore complessivo superiore ai 650.000 euro.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: