Skip to content

U.S. Foggia / L’allarme di Capobianco: “Da soli non possiamo continuare”

14 maggio 2010

Rabbia e sgomento nel club rossonero. Il Foggia ha buttato al vento una salvezza che sembrava già archiviata. Bastava un pareggio casalingo contro la Spal per mettersi alle spalle una stagione da dimenticare e cominciare a programmare il futuro. I tre gol di Cipriani e soci hanno invece riportato l’orologio del tempo indietro di due mesi. Niente gioco e paura di vincere. Vietato piangersi addosso, non c’è tempo. Il Foggia dovrà contendere al Pescina la salvezza in un infuocato doppio scontro (il 23 ad Avezzano ed il 30 allo Zaccheria). Con due pareggi i rossoneri sono salvi, in virtù della posizione in classifica, ma è vietato fare calcioli. Ora la priorità è recuperare morale ed energie del gruppo, rimasto scosso dall’inattesa scoppola rimediata domenica. Per farlo una rappresentanza della società ha incontrato allo stadio la squadra. “C’è tantissima rabbia sia da parte della società sia nell’ambiente che tra gli stessi giocatori – spiega Capobianco -. Avevamo il traguardo a portata di mano e ce lo siamo fatto sfuggire in maniera incredibile. Probabilmente abbiamo pagato l’atteggiamento mentale della squadra avversaria che aveva già raggiunto l’obiettivo e che ha giocato libera da pressioni psicologiche”. L’analisi degli errori visti contro la Spal lascia subito spazio alla ricerca delle giuste motivazioni per affrontare al meglio la battaglia contro il Pescina. Capobianco lascia trapelare ottimismo: “Dobbiamo metterci alle spalle quanto accaduto e dare il massimo nella doppia sfida play out. Abbiamo dimostrato più volte di avere le capacità per salvarci, soprattutto nel girone di ritorno. Certo, in 180 minuti possono accadere tante cose, ma occorre soprattutto ristabilire la giusta condizione psicologica”. Obiettivo stagionale quindi ancora da raggiungere e futuro incerto per l’Us Foggia, le cui sorti sono rinviate alla fine dei play out con la ricapitalizzazione che incombe come una spada di Damocle sul già incerto futuro della compagine del capoluogo Dauno. “Il nostro obiettivo primario oggi è quello di salvare la categoria. Siamo altresì al lavoro per creare le condizioni per l’allestimento di un programma futuro, anche se il tutto sarà approfondito solo a salvezza ottenuta”. Il futuro del blasonato club di via Napoli è ancora incerto con la società giunta ormai al termine del suo percorso e in cerca di nuova linfa economica derivante da sponsorizzazioni o da un’eventuale cordata di imprenditori pronti a garantire lunga vita al club dauno. Soluzioni che però all’orizzonte non sembrano esserci. Se la situazione non dovesse cambiare potrebbe profilarsi anche il rischio iscrizione al prossimo campionato, indipendentemente dalla categoria di appartenenza del Foggia. Capobianco ad oggi non si sente di assicurare l’iscrizione al prossimo torneo. “Non mi sento di garantire alcunché. Attualmente siamo quattro -cinque soci che stanno portando avanti questo progetto con molti sacrifici. Il nostro disimpegno o un eventuale prolungamento dello stesso progetto è legato a determinate condizioni, come ad esempio l’allargamento della base societaria. Se queste condizioni non dovessero crearsi non saremmo in grado di garantire più niente, ma su questo argomento siamo già stati chiari in passato. Mi auguro che le dichiarazioni del presidente dell’associazione degli industriali di Capitanata, Eliseo Zanasi, diano seguito a fatti concreti, con le istituzioni promotrici di un dialogo tra imprenditori e società per garantire un futuro calcistico alla città”. Il messaggio alla città è chiaro: “per salvare il Foggia è necessario il coinvolgimento di tutti, da soli non possiamo continuare”. Dalla società ribadiscono inoltre non solo l’eventualità di mettersi da parte ma anche la disponibilità di cedere il club a titolo gratuito. Stanno per iniziare quindici giorni decisivi, quindi, dentro e fuori dal campo.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: