Skip to content

Lavori bloccati al Lisa e… puzza di fregatura

20 maggio 2010

Nonostante la bella notizia dell’avvio del code sharing tra Darwin Airlines e Alitalia. L’AssoLisa: Aeroporti di Puglia nicchia di fronte alle carenze infrastrutturali dell’aeroporto foggiano. Da lunedì “sbarca” Alitalia

L’aeroporto Gino Lisa “decolla” per quanto riguarda i voli, entrando finalmente con il code sharing nell’orbita Alitalia, ma “resta a terra” per quanto riguarda il completamento dei lavori avviati da Aeroporti di Puglia. Una evidente e stridente contraddizione che, ancora una volta, getta dubbie ed ombre pesanti sulla reale volontà della società regionale che gestisce il sistema aeroportuale pugliese di adeguare l’avioscalo foggiano così da renderlo competitivo.
Cominciamo comunque dalle belle notizie. Da lunedì 24 maggio prossimo esordirà il code sharing tra Darwin Airline ed Alitalia. L’accordo raggiunto tra le due compagnie sta a significare che si potrà partire dal “Gino Lisa” verso tutte le destinazioni internazionali di Malpensa (ma anche di Torino e Palermo) imbarcando i bagagli a Foggia. Il volo sarà unico tra Darwin Airline ed Alitalia ed avrà un doppio codice: uno per ciascuna compagnia aerea. I biglietti possono essere acquistati tramite entrambi i canali di vendita delle compagnie.
Secondo l’informatissimo blog del Gino Lisa (www.ginolisa.it) è già possibile acquistare i biglietti Alitalia, anche se non direttamente sul sito della compagnia di bandiera nazionale. Il primo volo in codeshare sarà quello che partirà lunedì mattina alle 6.55 per Milano Malpensa.
Secondo il blog dell’aeroporto, “i biglietti aerei sono già in vendita, anche se all’apparenza sembra il contrario. I canali di vendita ufficiali di Alitalia, ovvero il sito http://www.alitalia.it, il call center 06.2222 e le agenzie di viaggio, non sono in grado di vendere biglietti a causa di un mancato aggiornamento dei loro sistemi. Tuttavia attraverso altri siti internet è possibile aggirare il problema.”
I curatori del sito spiegano anche come: “collegandosi a http://www.expedia.it, http://www.edreams.it oppure http://www.opodo.it, gli interessati possono procedere con l’acquisto dei biglietti e visualizzare, a questo punto in anteprima, i prezzi dei biglietti. E rimarranno felicemente sorpresi da ciò che leggeranno.”
Www.ginolisa.it effettua anche una interessante simulazione: “collegandosi sul sito di Expedia e volendo acquistare un biglietto di sola andata per lunedì 24 maggio 2010 da Milano Malpensa a Foggia, al momento vengono proposti i seguenti prezzi: sia per il volo delle 9:30 che per quello delle 22:50 con Alitalia il prezzo è di € 95,16 mentre con Darwin Airline è di €127,16; dunque la compagnia di bandiera fa risparmiare il 25% circa.”
“Ulteriore risparmio – si legge ancora su http://www.ginolisa.it – si ha per i voli con data più lontana da quella odierna, proprio come avviene per quasi tutte le compagnie aeree.”
In alcune situazioni si arriva anche ad un risparmio del 50%, un bel risparmio che conferma la convenienza, dal punto di vista dei passeggeri, dell’intesa raggiunta tra le due compagnie.
Ma le buone notizie per l’aeroporto foggiano si fermano qui. Se le prospettive della domanda di voli sembrano in crescita, non si può dire altrettanto per quanto riguarda le infrastrutture aeroportuali. L’AssoLisa (Associazione libera iniziativa per lo sviluppo dell’aeroporto di Foggia), sempre attentissima rispetto ai problemi che riguardano lo scalo foggiano, approfitta della buona notizia per rilanciare l’allarme sulle prospettive del Lisa e in particolare sui ritardi che Aeroporti di Puglia sta accumulando.
L’associazione giudica “una opportunità interessante” il code sharing, ma invita a “non distrarsi dalle preoccupazioni per il presente ed il futuro immediato dell’aeroporto”.
E si tratta di preoccupazioni assolutamente fondate. “Tra tanto parlare intorno a cosa fare nel futuro per il problema della pista – scrive AssoLisa in una nota – preoccupa l’attuale silenzio sulla circostanza che Aeroporti di Puglia a tutt’oggi non ha ripreso i lavori di completamento delle taxiway e del piazzale sosta veicoli, già pronti almeno all’80 per cento, con esborsi di svariati milioni di euro, che pure aveva annunciato sin dallo scorso gennaio.”
L’AssoLisa giudica “preoccupante” questa situazione di “oblìo” aggiungendo che “nella concreta vita operativa, l’aeroporto, senza che i non tecnici possano rendersene conto, mostra, giorno dopo giorno, carenze infrastrutturali anche gravi” la cui soluzione non è più procrastinabile e che invece “vengono affrontate da Aeroporti di Puglia con la tecnica propria di chi intende limitarsi alla mera sopravvivenza, nell’attesa di qualcosa che, a pensar male, potrebbe essere la non lontana scadenza del finanziamento per i voli operati dalla Darwin Airlines.”
Insomma, festeggiamo pure il positivo “sbarco” di Alitalia allo scalo foggiano, ma senza abbassare la guardia. Questi lavori bloccati sono inconcepibili. Anzi, a volerla dire tutta, puzzano di fregatura.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: