Skip to content

Moldaunia caduta nel dimenticatoio

19 giugno 2010

Doveva approdare in consiglio provinciale, ma non se n’è fatto nulla. Ma i nostri lettori la eleggono ad argomento caldo del blog

Tra gli argomenti del blog del Quotidiano di Foggia che maggiormente e più costantemente richiamano l’attenzione dei nostri lettori il posto d’onore spetta senza dubbio alla Moldaunia, ovvero al progetto di “perequazione territoriale” promosso dall’ing. Gennaro Amodeo, che prevede l’unificazione tra Molise e Capitanata. È un progetto serissimo, come abbiamo più volte sottolineato: visto l’approssimarsi del federalismo fiscale, i confini regionali andrebbero ripensati e ridefiniti in modo che le diverse aggregazioni territoriali possano godere di gettiti fiscali adeguati alla loro necessità.
Il Molise è troppo piccolo per poter essere autosufficiente e dunque, a volerla perseguire seriamente, l’ipotesi disegnata da Amodeo potrebbe schiudere nuove e positive opportunità, tanto per il Molise, quanto per la Capitanata.
La tensione ideale e politica resta però bassina, soprattutto a Foggia. Se diversi consigli comunali hanno manifestato la loro adesione all’iniziativa, continua a tacere il consiglio provinciale, nonostante che l’argomento abbia già fatto capolino una volta all’ordine del giorno dell’assise di Palazzo Dogana. La seduta venne aggiornata, e, da allora, dell’accapo concernente il Progetto Moldaunia non si è saputo più niente.
L’attenzione nell’opinione pubblica resta però sempre alta, e l’argomento richiama, come abbiamo già detto, assai frequentemente l’attenzione dei lettori del blog del Quotidiano di Foggia, che lasciano sulla questione i loro commenti, le loro osservazioni ed  il loro convinto sostegno.
È il caso dell’interessante contributo di un lettore, che si firma Saraceno, che ci scrive: “fino al 1806 “Capitanata e Contado Molisano” costituivano un’unica provincia: furono i napoleonidi che la divisero in Molise e Capitanata, togliendo il Capoluogo alla leggittimista Lucera e passandolo a Campobasso per il Molise e a Foggia per la Capitanata.”
“Fatta questa premessa storica, – prosegue Saraceno – da sempre la Capitanata è stato il capolinea invernale della transumanza delle pecore abruzzesi e molisane (viceversa in estate per le pecore daune) e (attraverso i tratturi) ha amalgamato la propria storia, i propri usi e costumi, la propria lingua con gli abruzzesi e i molisani.
La Terra di Bari e il Salento parlano un’altra lingua, non perché abbiano una cadenza diversa, ma perché hanno vocaboli diversi (conoscete per caso il significato di attàne, mjère, askuànte, ecc. ecc. ecc.).”
“Sicuramente – conclude il nostro lettore – i Dauni sono più vicini ai Molisani e ai Beneventani che ai Baresi.
Per cui sì alla Moldaunia, o se preferite, alla Sammoldaunia (Sannio, Molise, Daunia); Potenza, no, non ce la vedo: è piuttosto Campania, come Matera è piuttosto Terra di Bari.”

Annunci
One Comment leave one →
  1. mario permalink
    19 giugno 2010 18:32

    siamo nel 2010 ancora a parlare che foggia ,non possiede un adeguato aereoporto.. il sindaco MONGELLI,il pres. dl provincia PEPE ,ci sono???? questa citta”indietro ,ma voi tranquillamente seduti… in particolar modo PEPE,aereoporto, statale 16 fg chieuti, tangenziale di foggia…SVEGLIATEVI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: