Skip to content

La faida impazzita: ancora un morto a Manfredonia, parente di Libergolis

30 giugno 2010

Non c’è pace per Manfredonia. Non si spenta ancora l’eco del tragico agguato di domenica sera (costato la vita a Michele Romito), che la lupara ha cantato ancora, colpendo a morte, questa volta, un esponente della famiglia Libergolis, secondo le forze dell’ordine avversaria dei Romito. La vittima si chiama Leonardo Clemente, aveva 33 anni. L’uomo, nipote di Ciccillo Libergolis, il boss dell’omonimo clan, ucciso il 26 ottobre scorso  nelle campagne di Monte Sant’Angelo è stato freddato all’interno del suo bar, pare da due killer.  Il primo, incappucciato, ha esploso un primo colpo di fucile a canne mozze contro la vetrina del locale, colpendo al petto la vittima. Il secondo ha invece fatto irruzione nell’esercizio, inseguendo e finendo Clemente che aveva cercato scampo dietro il bancone. Sull’episodio sta indagando la polizia. AMPI SERVIZI NELL’EDIZIONE CARTACEA DEL QUOTIDIANO DI FOGGIA, IN EDICOLA DOMANI.

Annunci
One Comment leave one →
  1. mario permalink
    30 giugno 2010 16:57

    la mafia in capitanata e radicata dalla pianura al gargano, ci vuole la DIA in capitanata.. pensano di risolvere,prevenire il tutto,stare seduti da bari….chissa quanti morti conteremo.. la capitanata e vasta,non puo dipendere da bari,anche in questo ..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: