Skip to content

Codici Foggia e Adinconsum in campo per l’aeroporto

3 luglio 2010

Il sostegno alla campagna di sensibilizzazione promossa dal Quotidiano di Foggia

Foggia e i foggiani vogliono l’aeroporto. Lo sentono loro. Lo percepiscono ormai come strumento indispensabile per il progresso ed il riscatto del capoluogo e del resto della provincia. E così credono le adesioni alla campagna lanciata dal nostro giornale per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla strategica importanza di questa infrastruttura nello scacchiere dello sviluppo economico, sociale e civile della Capitanata.
Commentando la nostra nota sul “palleggiamento di responsabilità” tra Aeroporti di Puglia, la società regionale che gestisce gli scali pugliesi, e il Comune, a proposito dell’allungamento della lista, scrive sul nostro blog (quotidianofoggia.wordpress. com), l’avv. Maurizio Antonio Gargiulo, responsabile dello sportello Codici Foggia: “Come sempre a pagare sono i cittadini foggiani e dell’intera provincia. Le solite assenze istituzionali, le “antiche” rivalità cittadine, le persistenti lungaggini burocratiche ed oggi, in aggiunta a tutto questo, anche la nota grave crisi economica degli enti locali, portano il Gino Lisa a non volare come meriterebbe e come potrebbe. Se non è Foggia in grado di pretendere ciò, non possiamo sperare che siano altri a farlo per noi.
Se Aereoporti di Puglia ci ignora possiamo “urlargli” contro…ma se alla fine, poi, il Comune e la Provincia di Foggia non sono in grado di offrire al loro aereoporto quel miglioramento strutturale necessario, quell’urlo rischia di strozzarsi in gola.
Metteteci in condizione, allora, di non soffocare quell’urlo di pretesta. Solo allora avremo davvero un impatto reale e concreto nelle nostre legittime contestazioni.”
Sulla stessa lunghezza d’onda si attesta l’intervento dell’avv. Giuseppe Potenza, presidente provinciale dell’Adiconsum, un’altra associazione che, come Codici Foggia, si sta particolarmente distinguendo per il suo impegno a favore dello scalo foggiano. Replicando alla nostra tesi circa la necessità di un tavolo interistituzionale che possa coordinare i diversi interventi di rilancio dell’aviostazione, l’avv.Potenzia scrive: “In effetti, serve una cabina di regia. Le varie Istituzioni interessate alla problematica sembrano avere pareri opposti.
Relativamente al ruolo del Comune di Foggia, anch’io sarei poco ottimista, perchè le procedure per l’esproprio dei terreni sono lunghe e costose. Bisogna poi programmare le procedure per procedere all’abbattimento dei fabbricati abusivi ed individuare quelle più celeri. Probabilmente la cosiddetta  “pista trasversale” è di più rapida realizzazione, a patto che, una volta che è stata prevista sin dal 2007, si sia riusciti a reperire i fondi necessari.”
w.d.s.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. mario permalink
    3 luglio 2010 09:38

    non ci vuole la pista trasversale..,a allungare la pista,come il progetto del comitato gino lisa,il sindaco di foggia ,continua a dormire

Trackbacks

  1. Il sostegno alla campagna di sensibilizzazione promossa dal Quotidiano di Foggia | Mondo Gino Lisa – blog sull'Aeroporto Gino Lisa di Foggia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: