Skip to content

Il 12 luglio Maroni a Manfredonia

7 luglio 2010

Funziona l’asse bipartizan contro la criminalità Mantovano-Riccardi. Il Ministro presiederà la riunione del Comitato Nazionale per la Sicurezza e l’Ordine Pubblico e poi incontrerà i sindaci del territorio.

Funziona l’asse bipartizan che da tempo si va saldando su un tema nevralgico per la qualità della vita in Capitanata, qual è quello della criminalità organizzata. Dopo l’impressionante recrudescenza della faida garganica che negli scorsi giorni, a poche ore l’uno dall’altro, ha fatto registrare due tragici agguati che sono costati la vita a due persone, legate ai clan che si stanno facendo una guerra senza quartiere.
Nella città più a centrosinistra forse dell’intera Puglia, il 12luglio prossimo sarà di scena il ministro degli Interni, Roberto Maroni: un grande segnale di attenzione alla questione esplosiva di una città che potrebbe essere ricacciata di anni indietro dalla sanguinosa guerra di mafia.
A propiziare l’arrivo del massimo esponente del Viminale, un altro personaggio del centrodestra che si sta moltissimo adoperando per la soluzione dei problemi legati all’ordine pubblico in Puglia, ma soprattuto in Capitanata, il sottosegretario agli Interni, Alfredo Mantovano, al quale, a ulteriore conferma del clima di unità politica che si sta saldando attorno al “caso Manfredonia” ha voluto far giungere un ringraziamento espresso il sindaco della città sipontina, Angelo Riccardi: “Voglio ringraziare personalmente e a nome dell’intera cittadinanza il sottosegretario di Stato Alfredo Mantovano, che si è prodigato affinché il Comitato Nazionale si svolgesse nella nostra città”.
Il ministro sarà infatti a Manfredonia in occasione della riunione del Comitato Nazionale per la Sicurezza e l’Ordine Pubblico che si svolgerà il 12 luglio prossimo. Un bel segno da parte dello Stato, un segno di fermezza, la voglia di dimostrare di esserci, di non voler abbandonare il territorio alla mercé della bande criminali.
La richiesta era stata espressamente formulata dal sindaco Riccardi, ed ha ottenuto l’assenso del governo. Ieri la comunicazione formale, notificata al primo cittadino dal prefetto di Foggia, Antonio Nunziante.
Secondo Riccardi, “è necessario dare un segnale chiaro alla cittadinanza ma ancor più necessario e urgente è ripensare e potenziare i servizi di pattugliamento e di controllo del territorio. Per questo ho chiesto un incontro in sede di Comitato per la Sicurezza e l’Ordine pubblico: il tema della sicurezza, infatti, riguarda complessivamente la qualità della vita delle persone in un territorio, e va necessariamente affrontato con azioni integrate a livello locale, provinciale, regionale e statale, con tecnologie adeguate, incrementando il numero dei presidi e la funzionalità delle strutture, aumentando uomini e mezzi a disposizione delle Forze dell’Ordine”.
Il ministro Roberto Maroni, nell’occasione, incontrerà i sindaci di Manfredonia, Mattinata e Monte Sant’Angelo.
Speriamo che da parte di qualcuno venga formalizzata la proposta che il Quotidiano di Foggia sta formulando in questi giorni: il trasferimento a Foggia di quella Direzione Investigativa Antimafia che, concentrata com’è nel capoluogo regionale, si trova oggettivamente distante dal cratere della criminalità pugliese più pericolosa.
Arturo Desio

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: