Skip to content

L’accusa di SeL: assunzioni sottobanco..e sottobosco a Foggia

15 luglio 2010

Dal violento attacco sferrato da Pd, Udc e Psi a Mongelli ed alla sua politica di discontinuità si dissocia Sinistra Ecologia e Libertà, con un pesante comunicato in cui il coordinamento provinciale e cittadino del partito del governatore Vendola scrive che “le affermazioni rilasciate a mezzo stampa da alcuni esponenti della maggioranza a Palazzo di Città sulla situazione delle società comunali e in particolar modo dell’Amica lasciano allibiti per la veemenza e l’inopportunità delle stesse. Ancor più perchè nell’incontro di maggioranza non è stata fatta alcuna menzione ai ruoli degli attuali amministratori. A questi ultimi rivolgiamo l’invito ad andare avanti sul percorso intrapreso di risanamento al fine di restituirci aziende sane da far diventare competitive e solide nel prossimo futuro”.
Secondo Sel, “la gestione paracommissariale imposta dal sindaco e dalla giunta va inquadrata in una logica di risanamento economico che dovrebbe vedere il supporto di tutte le forze politiche della maggioranza. Una scelta questa maturata in seguito al dissesto provocato proprio da una certa gestione politica delle aziende. Una gestione che in questi ultimi anni ha prodotto assunzioni clientelari e una moltiplicazione di incarichi senza valutare i nefasti effetti che tale approccio avrebbe avuto in seguito, dando a tanti lavoratori e alle loro famiglie l’illusione di un posto di lavoro precario e senza alcuna garanzia di continuità.” “Siamo consapevoli del fatto  – aggiungono i dirigenti di Sel – che la gestione tecnica delle società non può durare in eterno e che la politica deve tornare ad avere un ruolo autorevole nella gestione del sottogoverno, ma alla città, per trovare la strada del riscatto, servono scelte forti e determinate che presuppongano un azzeramento delle vecchie prassi gestionali e rimettano in carreggiata quelle società che altrimenti gestite in questi anni avrebbero prodotto utili e non perdite. In questa ottica crediamo sia indispensabile procedere all’azzeramento dei vertici di tutte le società derivate, ancora occupate da esponenti politici locali.”
Qui Sel lancia un’accusa pesantissima, facendo sapere che “proprio nelle pieghe di questi contenitori in questi mesi abbiamo assistito alla perpetrazione di assunzioni ai limiti della decenza avvallate dal silenzio dei diretti responsabili.”
Il comunicato si conclude con l’invito a “una nuova riflessione sugli assetti futuri una volta giunti al completamento della fase di risanamento, che a nostro avviso deve essere incentrata sul mantenimento della proprietà e della gestione pubblica del servizio. Infine, quando la politica tornerà a essere protagonista della vita pubblica della città, ci auguriamo possa essere anche questa nuova fase incentrata sulla discontinuità e sulla trasparenza. Lo meritano i cittadini, lo merita la città”

Annunci
One Comment leave one →
  1. mario permalink
    15 luglio 2010 20:41

    questa la FOGGIA CAPITALE…ditte che fanno lavori vedi viale giotto ,tornelli allo stadio..aspettano soldi !!! piu che AUGURI sindaco ,fai i FATTI !!!! che tra ciliberti,e lei la differenza nn c e .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: