Skip to content

Lavoro nero, evasione e contraffazione nel mirino della Guardia di Finanza

23 luglio 2010

Lavoro nero, frode fiscale e contraffazione: c’è di tutto nei risultati dell’offensiva contro l’illegalità lanciata dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Foggia, i cui uomini sono stati impegnati in tre distinte operazioni. Il bilancio è di due denunce, una segnalazione all’ufficio provinciale del lavoro, il recupero di imposte e tasse evase per 9 milioni di euro, ed il sequestro di numerosi capi d’abbigliamento contraffatti.
A Lucera, i militari della locale Tenenza ispezionando esercizi commerciali, hanno individuato cinque lavoratori che prestavano la loro attività in nero, non essendo stati regolarmente assunti dall’azienda, operante nel settore della grande distribuzione. Il legale rappresentante della società è stato segnalato alla direzione provinciale del lavoro per l’irrogazione della cosiddetta “maxi-sanzione”, che punisce quanti utilizzano manodopera senza mettersi in regola con le norme di legge che disciplinano il mercato del lavoro.
Sempre nella cittadina sveva, le Fiamme Gialle, alla conclusione di complesse indagini, che hanno tra l’altro comportato l’ispezione dei libri contabili, hanno scoperto una frode fiscale di oltre 9 milioni di euro, perpetrata da una azienda locale che opera nel commercio di prodotti tecnologici.
Secondo gli accertamenti operati dai finanziari, nel dettaglio, nell’arco temporale compreso tra il 2006 e il 2008 l’azienda incriminata avrebbe sottratto a tassazione ai fini delle imposte dirette una base imponibile per oltre 8,8 milioni euro. Inoltre avrebbe evaso l’i.v.a. per oltre 600 mila euro ed avrebbe omesso il versamento di iva, di ritenute d’acconto e di imposta di bollo per oltre 15 mila euro. Il responsabile della azienda è stato denunziato all’autorità giudiziaria.
Infine, a Rodi Garganico, nell’ambito di una operazione della Guardia di Finanza a contrasto della contraffazione dei marchi, i militari della Brigata del centro garganico, dopo una serie di controlli finalizzati, hanno sottoposto a sequestro numerosi accessori d’abbigliamento, tutti recanti noti marchi industriali palesemente contraffatti. Una persona è stata denunziata all’autorità giudiziaria.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: