Skip to content

Asili nido: centosessanta posti di lavoro a rischio

4 agosto 2010

Intervista a Piero Forcella, portavoce dei gestori: “Così siamo costretti a chiudere i battenti”

I gestori degli asili nido convenzionati con il Comune di Foggia e di quelli soltanto accreditati sono sul piede di guerra. La delibera con cui la Giunta Comunale ha modificato il regime di erogazione dei contributi alle società che gestiscono i nidi (i fondi verranno erogati direttamente alle famiglie attraverso un bonus) non piace per niente. Nel metodo e nel merito.

“A nostro avviso la delibera andava assunta dal consiglio comunale e non dalla giunta. Ma il punto non riguarda soltanto le modalità di erogazione dei fondi. A preoccuparci è proprio il quantum. Con quell’atto la giunta ha spalmato all’intero anno una cifra che era sufficiente a garantire il servizio fino alla fine dell’anno. La conseguenza è che la somma complessivamente destinata agli asili nido è stata ridotta di due terzi. In queste condizioni non possiamo tirare avanti.”

Così si sfoga Piero Forcella, presidente della Montessori e quindi titolare di due nidi convenzionati con il Comune.

“Quello del bonus ai genitori è un paradosso. Che senso ha erogare fondi direttamente alle famiglie, che poi non potranno spenderli, visto che non si garantiscono le condizioni per la sopravvivenza degli asili nido? Per questo avevamo proposto una proroga del servizio di almeno quattro mesi, per approfondire il problema, e trovare una via di uscita condivisa, semmai ritoccando il numero dei bambini.”

E adesso cosa farete?

“Abbiamo scritto una lettera al sindaco, per conoscenza all’assessore al ramo e ai capigruppo consiliari di maggioranza e di minoranza, in cui chiediamo la revoca di quell’atto deliberativo. Se necessario ricorreremo al Tar. Ripeto, con le risorse messe a disposizione dal Comune gli asili non possono tirare avanti, con evidenti conseguenze sia sulle famiglie foggiane, che saranno costrette a rivolgersi ai nidi privati, sia sui livelli occupazionali del settore, che dà lavoro a 160 educatrici.”

Ma l’aumento delle rette deliberato dall’amministrazione a carico dei genitori utenti del servizio, non basta a coprire l’eventuale minore introito degli asili nido convenzionati?

“Assolutamente no, lo dicono chiaramente i numeri. Un bambino costa ad un nido, tenendo presente che la materia è disciplinata rigorosamente dalla legge regionale, che prescrive determinati standard per i servizio, almeno 800 euro al mese. Il regime previgente assicurava da parte del Comune un contributo di 620 euro al mese, incrementato dalle rette versate dai genitori, oscillanti tra i 70 e i 280 euro mensili, e bastava a malapena a coprire i costi. Il contributo comunale è stato adesso ridotto di due terzi, con la prescrizione per gli asili nido convenzionati di assicurare gli stessi standard di qualità garantiti in precedenza. Non possiamo ovviamente fare calcoli precisi sull’effettivo gettito garantito dall’aumento delle rette che dovranno essere versate dai genitori, ma visto che lo stesso assessore Morlino  ha affermato che i rincari effettivi saranno molto più contenuti di quanto è stato prospettato, la logica conclusione è che gli asili non hanno più margini di sopravvivenza. Per noi è impossibile mantenere i livelli occupazionali, a queste condizioni”.

Piove sul bagnato, dal momento che le note difficoltà finanziarie in cui si dibatte il bilancio comunale hanno determinato anche il blocco dei pagamenti: gli asili nido attendono da undici mesi il pagamento delle loro spettanze. La situazione è criticissima. Come venirne fuori, Forcella?

“Spero con il buonsenso da parte di tutti. La via migliore mi pare quella di confrontarsi a bocce ferme, partendo dalla revoca della delibera della giunta comunale.”

Geppe Inserra

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: