Skip to content

Strade, la Provincia bussa a danari alla Regione

14 settembre 2010

Sopralluogo dell’assessore provinciale ai lavori pubblici sulle strade dissestate del Subappennino

Dopo la rivolta dei sindaci dei Monti Dauni, la questione della precaria situazione in cui versano le strade subappenniniche è diventato il leit motiv dell’azione amministrativa della Provincia. Ma da Palazzo Dogana fanno sapere che se la Regione non manterrà i suoi impegni, sarà difficile dare corso ai diversi, importanti progetti varati dall’ente, e che riguardano in larga misura proprio le strade incriminate.

Lo si legge in un comunicato diffuso dall’assessore provinciale ai lavori pubblici, Domenico Farina che, assieme al presidente Antonio Pepe e ad alcuni dirigenti e tecnici dell’Ente di piazza XX settembre, ha compiuto un sopralluogo su alcune strade dei Monti Dauni, per rendersi personalmente conto dello stato dell’arte. La situazione continua ad essere pesante, e la soluzione del problema non è sicuramente agevolata dalla stretta che il Governo ha imposto alla finanza locale: i tagli hanno riguardato le spese d’investimento (mai così basse come nell’ultimo bilancio approvato dall’assise provinciale), e viene anche da questo l’assoluta necessità di reperire risorse straordinaria, al di là della capacità d’indebitamento dell’amministrazione.

“La Provincia di Foggia – ha detto l’assessore Farina . è in prima linea e continuerà ad esserlo affinché si possano trovare tutte le soluzioni utili al raggiungimento del primario obiettivo del miglioramento delle condizioni di viabilità nelle zone dei Monti Dauni”.

Il sopralluogo compiuto in compagnia del presidente non sarà il solo. Farina si è insediato soltanto da qualche settimana sulla caldissima poltrona di responsabile politico dell’assessore provinciale più problematico, ma ha impresso al suo ufficio un taglio particolarmente operativo. “Abbiamo, inoltre – prosegue l’assessore –  in programma altri sopralluoghi nei prossimi giorni che ci permetteranno di avere l’esatta contezza degli interventi, ormai improrogabili, per la messa in sicurezza di diverse strade della zona”.

Ma ecco partire la stoccata nei confronti della Regione Puglia: “Per poter intervenire con efficacia, è quanto mai necessario e urgente avere a disposizione le economie residue rivenienti dai cosiddetti ‘Fondi Introna’ che ammontano a circa 6 milioni di euro”.

Si tratta delle somme avanzate, grazie ai ribassi d’asta, per la realizzazione di progetti finanziati dalla Regione. Proprio ieri mattina l’assessore Domenico Farina ha inoltrato una richiesta di sollecitazione all’assessore ai Lavori Pubblici della Regione Puglia Fabiano Amati in cui si evidenzia “l’urgenza di trasferire dalla Regione alla Provincia i fondi necessari, già da tempo destinati, con delibera di questa Amministrazione, all’esecuzione di lavori su alcune strade del Subappennino Dauno. Attendiamo – ha concluso l’assessore Farina – l’apposito provvedimento della Giunta Regionale certi della comprensione e della sensibilità al problema prospettato e continuando a mantenere un costante livello di attenzione nei confronti di una problematica che la Provincia di Foggia desidera risolvere in tempi brevi ed in maniera incisiva”.

Annunci
4 commenti leave one →
  1. Vincenzo D'Alterio permalink
    14 settembre 2010 21:53

    Salve a tutti,sono Vincenzo D’Alterio di Casalnuovo Monterotaro, pendolare con Foggia, c/o il Consorzio per la Bonifica della Capitanata, pendolare da 14 anni con il capoluogo e ne ho visti di piccoli interventi fatti per rattoppare le buche che si creavano giornalmente, ma nel contempo ho visto anche posare asfalto dove non c’è ne era bisogno (vedi statale foggia lucera, anche durante una incessante pioggia, la provinciale che collega Casalvecchio a lucera, in due tratti di ca 500 mt dove anche lì non c’è ne era bisogno eccetera eccetera). Vi chiede quanti altri soldi dobbiamo spendere di riparazioni auto, e siamo arrivati ad una serie di ammortizzatori all’anno, per poter vivere degnamente? Grazie e dico grazie solo a chi lo legge e maggiormente a chi farà qualcosa.

  2. maria teresa permalink
    15 settembre 2010 15:58

    Ogni volta che parto da Casalnuovo per Foggia ho gl’ incubi,devo fare lo slogam sulla strada, non vedo l’ ora che provi a vedere un pò lui facendo un sopralluogo personalmente,in che condizioni siamo ridotti e c’ è da considerare che tra non molto inizierà l’ inverno con pioggia e neve.Vi prego fate qualcosa,chiudete almeno qualche buca nel frattempo! grazie per l’ opportunità di poter dire la mia.Distinti Saluti.

  3. maria teresa permalink
    17 settembre 2010 23:48

    Sono contenta che avete pubblicato l ‘articolo sul giornale ,forse così si accorgono che ci siamo anche noi,e che abbiate capito in che situazione grave di isolamento versa Casalnuovo Monterotaro e spero proprio che l ‘assessore Domenico Farina si accorga di noi e faccia qualcosa per la messa in sicurezza delle sempre più dissestate e disastrate strade dei Monti Dauni .GRAZIE della vostra cortese attenzione

  4. Marianna Onorato permalink
    18 settembre 2010 10:24

    “Vi prego, fate qualcosa!” scrive Maria Teresa…VI PREGO…Non c’è bisogno di aggiungere altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: