Skip to content

Il Subappennino riscopre se stesso, e progetta il futuro

19 settembre 2010

Otto Comuni del Sub Appennino nord alleati per non morire. Questo in sintesi il significato della due giorni sul tema “Città socialmente responsabili. Mezzogiorno a confronto: un territorio socialmente responsabile. Analisi e prospettive per uno sviluppo necessario”, che ha preso il via ieri sabato nella splendida cornice del Palazzo ducale di Pietramontecorvino. Al centro della discussione un articolato piano di sviluppo che rappresenta la sfida dei comuni di Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia, Castelnuovo della Daunia, Pietramontecorvino, Volturino, San Marco La Catola, Motta Montecorvino e Celenza Valfortore, uniti per centrare gli obiettivi di crescita e di benessere condiviso attinenti ad un nuovo modello di governance territoriale, turismo sostenibile, ambiente energie rinnovabili, internazionalizzazione delle imprese, sviluppo urbano e formazione professionale. L’alleanza tra le eccellenze e le vocazioni profonde del territorio diventa, per la prima volta nella storia delle comunità dei Monti dauni, un ponte che riannoda i fili di passato-presente e futuro con un progetto che valorizza tutte le risorse umane, materiali e immateriali di un’area che rappresenta un “unicum” al mondo.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: