Skip to content

Nel Pdl una “democrazia a responsabilità limitata”

22 ottobre 2010

I congressi si terranno, parola dei vertici nazionali del Pdl riuniti in grande assise l’altra sera.

Dal partito liquido a quello vero, è questo l’auspicio che si leggeva sulle testate nazionali di ieri. L’iter fino alle assemblee elettive prevede la nomina di un commissario cittadino che poi verrà consacrato a febbraio dagli iscritti. Il tesseramento prosegue sino a febbraio. Per la nomina dei coordinatori regionali e dei loro vice, ad avere diritto di voto saranno i parlamentari, (anche europarlamentari) eletti in Puglia, i presidenti di Provincia, i sindaci di città con abitanti superiori ai 20mila, i consiglieri regionali. Con questi accordi, molto poco noti ai più, parte la stagione congressuale dentro un Pdl congelato al primo ed unico grande congresso di fusione a Roma, marzo 2009. Solo che gli umori, sapute le condizioni di elezione, sono tetri.

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: